Futuro Conte: può andare all’Arsenal se salta Arteta

Mondo Arsenal in subbuglio: i “Gunners” hanno perso all’esordio in campionato contro il Brentford, e ora valutano l’esonero di Arteta. Conte tra i candidati a sostituirlo.

Un risultato che pesa già come un macigno: l’Arsenal ha perso 2-0 contro il Brentford e, sebbene si trattasse della prima partita di campionato, la sconfitta può lasciare fratture insanabili all’interno dello spogliatoio. Mikel Arteta, come da più classico destino per un allenatore, è finito immediatamente sul banco degli imputati, e dalle parti dell’Emirates Stadium c’è già chi ne chiede l’esonero.

I dirigenti dell’Arsenal non vogliono vivere una stagione da comprimari, dopo che l’ultimo campionato è stato chiuso all’ottavo posto, fuori da ogni competizione europea. Da qui nasce l’esigenza di dare subito un segnale forte, che possa scuotere la squadra e raddrizzare una stagione iniziata nel peggiore dei modi.

Antonio Conte, 52 anni, ex allenatore dell’Inter

Quando si parla di dare una scossa, la mente corre subito ad un solo nome: Antonio Conte. L’uomo dalle sfide impossibili. Il condottiero capace di prendere in mano squadre tramortite e pungerle nell’orgoglio per riportarle subito al successo.

Chiamatosi fuori dall’uragano di cessioni che stava per sconvolgere l’Inter, il tecnico salentino è tuttora a caccia di una nuova squadra. L’Arsenal si presenta come una buona occasione: potersi cimentare ancora una volta con il campionato migliore del mondo, la Premier League, che l’ha già visto trionfare alla guida del Chelsea, consacrandolo a livello internazionale. Conte, nei mesi scorsi, aveva già declinato le avances dell’Everton, non ritenendo le aspettative del club in linea con la sua brama di vittorie.

All’Arsenal gli si prospetta una situazione per certi versi simili, con una squadra che punta su tanti ragazzi giovani e, nell’immediato, non è certo da considerarsi una pretendente alla vittoria dello Scudetto. Il blasone del team, e la voglia di risollevare una Premier che manca ormai dal lontano 2004, potrebbero indurre Conte ad accettare e gettare le basi per un progetto a medio-lungo termine, come fatto con l’Inter. L’Arsenal deve decidere prima cosa fare con Arteta, e poi valutare se le proprie ambizioni siano all’altezza di un allenatore che ha fame di vittorie.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€