Futuro Allegri: Napoli, Roma, estero o CT della Nazionale?

Impazza, insieme al calciomercato, come di consueto in questa fase della stagione, anche il toto allenatore, in questi giorni è tornato alla ribalta il nome di Max Allegri, accostato a varie panchine, e al centro delle varie trame che riguardano tutte le squadre di Serie A e  non solo.

Paradossalmente, in questi giorni, inizia a prendere forma il futuro dell’allenatore italiano più vincente degli ultimi cinque anni, proprio in concomitanza con il disastroso periodo della Juventus, che sembra ormai aver chiuso il ciclo di vittorie che aveva visto protagonista proprio l’allenatore toscano, che, con i bianconeri, ha collezionato numerosi trofei nazionali e due finali di Champions League.

Dopo due anni di totale silenzio, Allegri, è tornato a parlare alla celebre trasmissione di Sky, il club. Oltre ad aver elencato una serie di aneddoti sui calciatori di Milan e Juventus che ha allenato, e dopo aver esposto nuovamente la sua idea di calcio, il livornese ha mandato un messaggio forte e chiaro, dicendo a chiare lettere che a giugno ha intenzione di tornare ad allenare, visti i due anni di inattività.

La tempistica, come sempre in questi casi, è particolarmente fatalista, infatti, le sue parole, sono arrivate proprio nel giorno in cui l’avventura di Andrea Pirlo sulla panchina dei bianconeri, sembra essere arrivata al capolinea. La dirigenza bianconera ha provato a blindare Pirlo, ma indiscrezioni parlano di rapporti tesi, e di una inevitabile separazione a fine stagione. Tuttavia, il nome di Allegri, al momento, non compare tra i papabili sostituti.

 

La situazione relativa agli allenatori risulta essere magmatica e in continua evoluzione, con una serie di intrecci e combinazioni degne del miglior giallo poliziesco, l’unico club di vertice che sembra avere una guida tecnica e indiscutibile è il Milan di Pioli, tutte le altre panchine sono in bilico e presentano una situazione incerta. In questi mesi, Allegri è stato più volte associato all’Inter per la prossima stagione, a causa dei malumori di Antonio Conte, ma l’incertezza societaria, al momento, rinvia la questione allenatore, e sembra che, l’allenatore salentino sia destinato a restare un altro anno alla guida dei nerazzurri.

Altra squadra accostata ad Allegri praticamente da inizio stagione, è la Roma. Il caso è delicato, e a mio modesto parere abbastanza controverso, in un ambiente sportivo, sempre più legato a stereotipi e manie eccessive di ‘mangia allenatori’. Fonseca, infatti, pur avendo perso numerosi scontri diretti, ha dato alla Roma un impianto di gioco europeo (non a caso è l’unica squadra italiana ancora in corsa in una competizione europea) e spettacolare, ma purtroppo, la nostra cultura calcistica ci impedisce di aspettare un allenatore e di farlo lavorare con tranquillità.

Ecco dunque l’ipotesi Roma con Allegri che potrebbe scegliere questa affascinante sfida, per riportare la società capitolina a lottare per il titolo, visti i precedenti del tecnico e gli innumerevoli sforzi economici tentati dalla nuova proprietà giallorossa. Stessa situazione al Napoli, con un Gennaro Gattuso sempre in discussione, nonostante gli ultimi risultati, e con Allegri che da sempre viene considerato un ‘aziendalista’ e che, almeno in teoria, sembrerebbe perfetto per De Laurentiis.

Decisamente improbabile la pista che porta alla nazionale azzurra, attualmente guidata, con ottimi risultati, da Roberto Mancini. Max, infatti, dovrebbe aspettare la fine degli Europei, o addirittura dei Mondiali, per tornare ad allenare, ma a quanto pare il livornese ha voglia di tornare subito al lavoro, e, inoltre, diventare CT, significherebbe lavorare poco sul campo e tanto sulle tribune, ruolo che, al momento, non si addice ad Allegri.

Anche la pista estera continua ad essere calda, tuttavia Allegri ha più volte rifiutato squadre straniere perché sembra voler continuare a vivere in Italia, inoltre alcuni tra i più grandi club, hanno già sistemato la questione allenatore, il PSG con Pochettino, il Chelsea con Tuchel e così via. Insomma la situazione è complicata, risulta essere come un puzzle che necessità ancora dell’ultimo pezzo per completarsi, ma l’unica certezza è che, dalla prossima stagione, uno degli allenatori più vincenti e carismatici degli ultimi dieci anni, tornerà in pista, pronto a nuove sfide e a stupire ancora.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus