FIGC: promozioni, retrocessioni e Serie A a 20 squadre in caso di stop definitivo o ripresa a settembre

La FIGC “salva” la Serie A: il massimo campionato di calcio italiano non subirà variazioni del format nella stagione 2020-2021.

In mezzo al caos generato intorno alla questione riguardante la ripresa del campionato, giunge la notizia che la FIGC non modificherà il format della Serie A per l’anno prossimo. Il massimo campionato italiano di calcio continuerà ad essere formato da 20 squadre.

Questa è sicuramente l’unica notizia attendibile che riceviamo da giorni. Le possibilità che il campionato riprenda sono infatti sempre più basse e, sebbene il ministro dello sport, Spadafora continui a lasciare aperti spiragli, è chiaro come la speranza stia pian affievolendo in tutti.

FIGC
Gabriele Gravina, presidente FIGC

La Francia ha messo fine alla Ligue 1 e ha assegnato il titolo al Paris Saint Germain, con Olympique Marsiglia e Rennes in Champions League. Fuori dall’Europa, l’Olympique Lione, settimo in classifica, mentre a finire in Ligue 2 sono Tolosa e Amiens. Promosse in massima serie, Lorient e Lens.

Se l’Italia seguirà il modello francese ancora non è dato saperlo, certo è che dei provvedimenti andranno presi e anche alla svelta. In tutto ciò quindi, come detto sopra, la FIGC ha salvato la Serie A facendo sì che anche nel 2020-2021, le squadre partecipanti siano 20.

I nodi da sciogliere pertanto sono sempre gli stessi: quando e se si potrà riprendere. La FIGC, come ben sappiamo da tempo ormai, vorrebbe che i risultati vengano decretati dal campo, giocando magari anche dopo il 2 agosto, ma se questa possibilità non dovesse realizzarsi, allora bisognerà sedersi ad un tavolo e prendere le giuste decisioni.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Nicola Patrissi

Informazioni sull'autore
Maturità scientifica. Laurea in Lettere e Filosofia (Indirizzo moderno). Appassionato di scrittura, fotografia e calcio.
Tutti i post di Nicola Patrissi