FIGC: Italia rinuncia al 2028, ma si candida ad ospitare Euro 2032

Euro 2032, la FIGC annuncia di volersi candidare: presentata manifestazione d’interesse alla UEFA.

L’Italia è in corsa per ospitare Euro 2032: la FIGC, con un comunicato apparso sul proprio sito ufficiale, ha dichiarato di aver presentato una manifestazione d’interesse alla UEFA, che nel settembre 2023 assegnerà contemporaneamente le edizioni 2028 e 2032.

“La Federazione Italiana Giuoco Calcio – si legge sul sito della Federazione – ha presentato nei giorni scorsi alla UEFA la manifestazione di interesse per l’organizzazione di EURO 2032. Con largo anticipo rispetto alla scadenza del 23 marzo, la FIGC ha comunicato la volontà di concorrere per l’assegnazione del Campionato Europeo, competizione ospitata nel nostro Paese nel 1968 e nel 1980 (oltre alle 4 gare dell’ultima edizione itinerante)”.

euro 2024

I vertici federali, che inizialmente meditavano di avanzare la candidatura per il 2028, hanno convenuto che sia più fattibile organizzare l’edizione 2032, in quanto nei piani vi è un ammodernamento delle infrastrutture, che prevede la costruzione di nuovi stadi nei prossimi 10 anni:

L’ottima organizzazione delle gare di Euro 2020 – si legge ancora nel comunicato – ospitate a Roma e la determinazione nel voler riportare nel nostro Paese un grande torneo internazionale hanno spinto il Presidente Gravina a formalizzare subito la posizione della Federcalcio”.

L’edizione 2028, invece, vede forte la candidatura congiunta di Regno Unito (compresi dunque Galles, Scozia, Irlanda del Nord) e Irlanda. La Football Association (Federcalcio inglese), ha annunciato la propria candidatura descrivendo come “Un onore e un privilegio ospitare tutti insieme Euro 2028 e dare il benvenuto a tutto il Continente”, parlando, altresì, di una ” Meravigliosa opportunità per portare un cambiamento positivo e lasciare un’eredità importante alle nostre comunità. Riteniamo che il Regno Unito e la Repubblica d’Irlanda possano offrire all’Uefa e a tutto il movimento calcistico europeo qualcosa di speciale, che produrrà un’esperienza indimenticabile per le squadre e i tifosi”.