F1, Test Barcellona-1 Day-3, Ricciardo: “Una giornata che ci ha insegnato molto”

Giornata con non molte luci per Daniel Ricciardo e la Red Bull al Montmelò. Se da una parte l’italo-australiano ha colto il terzo miglior tempo, in 1:21.153, dall’altra il gap dalla Ferrari, per quanto questi test vadano presi con le molle, parla di +1.201 dalla SF70H a parità di mescola (Soft). In più, Ricciardo ha gran parte del pomeriggio per un problema allo scarico.

Prove di pit stop al box Red Bull con Daniel Ricciardo (foto da: facebook.com/redbullracing)

Nonostante tutto, il pilota di Perth vede il lato positivo: “Oggi è andata meglio rispetto ai giorni precedenti. Ho girato abbastanza, capendo tante cose sulla RB13. La prossima settimana avrò due giorni di prove molto importanti. Ma per ora sta andando tutto bene, considerando che siamo al terzo giorno di test“.

Con queste macchine Le curve sono più dure ma molto più divertenti. La Curva 3 e la Curva 9 sono impressionanti. E’ davvero bello. Penso che quando le affronteremo per 50 o 60 giri in gara, con il caldo, sarà dura. Dovremo essere in ottime condizioni fisiche” – sottolinea Ricciardo, che poi parla dei guai di oggi: “Abbiamo trovato un problema riguardo gli scarichi e i meccanici hanno controllato che tutto fosse in ordine. Abbiamo perso un po’ di tempo, ma prima abbiamo fatto alcuni giri buoni, utili a capire meglio il comportamento delle Pirelli“.

Per quanto riguarda il motore, essendo il primo test, per il momento siamo molto contenti, anche se speriamo di poter spingere di più a partire dalla seconda sessione” – spiega Ricciardo – “Sulla monoposto, ho parlato con Adrian e sono sicuro che la prossima settimana arriveranno cose nuove da provare; vedremo se funzioneranno o meno“.

 

 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo