F1, Sergio Marchionne: “L’unica promessa che possiamo fare è che combatteremo”

La stagione 2017 sarà molto importante per la Ferrari, chiamata a riscattare un deludente 2016 e a tornare ai vertici della Formula 1. I primi test di Barcellona sono stati incoraggianti, mostrando una SF70H decisamente affidabile, pur se con le prestazioni bisogna andarci cauti, vista la forza degli avversari, Mercedes in primis.

Sergio Marchionne, presidente ed amministratore delegato della Ferrari (foto da: urbanpost.it)

La Scuderia, infatti, sembra aver imparato la lezione dello scorso anno, quando i proclami roboanti d’inizio stagione, caduti poi nel nulla, hanno amplificato sicuramente le critiche contro i piloti, Arrivabene e Sergio Marchionne. Il 2017, finora, è stato improntato su un silenzio stampa rotto soltanto negli ultimi due giorni della prima sessione di test, permettendo prima a Vettel poi a Raikkonen di incontrare la stampa.

Raggiunto dalla Gazzetta dello Sport, Marchionne ha analizzato l’attuale situazione del team di Maranello: “La stagione scorsa è certamente da dimenticare. Ma so che, con il nuovo team tecnico guidato da Mattia Binotto e la leadership di Maurizio Arrivabene, oltre ai piloti di talento Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel, abbiamo le persone giuste nel posto giusto per fare al meglio”, ha dichiarato il manager italo-canadese.

La stagione 2017 è piena di incognite, a causa dei molti cambiamenti nei regolamenti e nel management” – ha proseguito Marchionne – “Per questo non voglio fare previsioni. Quello che posso promettere è che combatteremo, e che abbiamo l’unità, l’impegno e la passione per tornare al vertice“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo