F1, qualifiche del GP d’Italia: le impressioni del team Red Bull

Sabato un po’ deludente per la Red Bull che a Monza, nel GP d’Italia, non riesce ad andare oltre la quinta e la nona piazza con Max Verstappen e Alexander Albon. Nel “tempio della velocità” le due vetture austriache sono state leggermente sottotono anche a causa delle caratteristiche del circuito. Come spiegato dagli stessi piloti lo scarso carico areodinamico, ideale per i circuiti veloci come Monza, ha penalizzato la loro vettura creando un po’ di problemi nel bilanciamento. Andiamo a leggere le dichiarazioni rilasciate da Albon e Verstappen alla fine delle qualifiche.

Red Bull GP Monza

Verstappen: “Sarà difficile superare, ma siamo ancora in lotta per la terza posizione”

Lucida l’analisi di Verstappen che ha cercato di rilevare tutti i problemi riscontrati dalla macchina durante questo weekend:

Le cose non ci stanno girando bene in questo fine settimana e sembriamo faticare a trovare il giusto bilanciamento con poco carico aereodinamico sulla macchina. Risulta più difficile la percorrenza delle curve e ci manca un po’ di grip che ci è fruttato un quinto posto. Si potrebbe dire che siamo leggermente sotto a livello di potenza, ma ci sono altri particolari che dobbiamo ritoccare su un circuito come questo e ci manca chiaramente un po’ di passo nelle curve. Ho provato tutto ciò che avevo, abbiamo adottato tutti i livelli di ala che possono essere utilizzate a Monza, ma alla fine della qualifica il risultato è stato lo stesso. Domani sarà difficile superare, ma confido che potremo puntare al podio. Non pensiamo alle Mercedes che sono su un altro livello”.

Albon: “Non siamo soddisfatti come team, ma mi sono sentito a mio agio con la macchina”

Moderata soddisfazione per Alexander Albon che non risparmia un po’ di vena polemica sulla gestione delle qualifiche in pista, con le automobili che si sono ritrovate in un ingorgo nelle fasi decisive della qualifica:

Come sempre qui le qualifiche si sono rivelate un po’ caotiche e frenetiche, perciò è stato difficile per noi completare un giro pulito. Nel complesso non è stato un buon weekend per noi e, ovviamente, come team siamo poco soddisfatti. Personalmente parlando, però, sono un po’ più felice per come si è comportata la macchina, nonostante la nona posizione dica altro. Sono un po’ più vicino a Max e questo è positivo. Come team siamo leggermente sotto le aspettative, ma venendo qui ne eravamo consapevoli dato che circuiti con scarso carico aereodinamico si adattano poco alle nostre caratteristiche rispetto a quanto fanno con altre auto. Le Mclaren sono forti nei rettilinei e le Racing Point sono venute fuori all’improvviso. Ci sono state alcune curve in cui abbiamo avuto poca aderenza e abbiamo perso tempo rispetto alle altre macchine. Il nostro passo gara è però migliore e con nuove gomme possiamo fare qualcosa domani. Ma non ci aspettiamo una gara semplice”.

Horner: “Il quinto posto di Max è frustrante”

Ha parlato anche il team principal Chris Horner, team principal della Red Bull, confermando l’amarezza per una qualifica che non è andata secondo le aspettative:

In media è stata una buona prova per noi, ma le Mercedes sono parecchio avanti. Uno o due centesimi fanno la differenza qui e noi non abbiamo avuto dei giri puliti, soprattutto con Alex Albon che ha perso un po’ di tempo in qualifica. Vedere Max quinto è un po’ frustrante, ma a un certo punto non ci aspettavamo più la pole. Alex si trova a solo due decimi da Max, ma in un gruppo così ravvicinato che lo ha messo in nona posizione, per cui dovremo lavorare duro domani. Avremo qualcosa da correggere stasera, ma sappiamo di avere due buoni piloti che andranno all’attacco e renderanno il primo giro interessante. Un circuito come questo non è il più “ospitale” per noi, ma lavoreremo nelle aree in cui siamo stati insufficienti per tirare fuori il massimo possibile dalla gara di domani”.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus