F1, Lewis Hamilton: “Raikkonen mancherà molto a tutti”

Ormai sembra questione di ore. La giornata di oggi, almeno stando a quanto dicono vari rumors sin dal weekend del Gran Premio d’Italia, dovrebbe essere (il condizionale è d’obbligo, mancando del tutto ancora l’ufficialità) quella dell’annuncio dell’ingaggio di Charles Leclerc da parte della Ferrari per il biennio 2019-20, comportando quindi l’addio del Campione 2007.

Il sorpasso decisivo di Lewis Hamilton a Kimi Raikkonen domenica a Monza. L’inglese ha detto che il finnico mancherà molto alla Formula 1, se dovesse ritirarsi (foto da: youtube.com)

Il suo futuro, però, è incerto. Voci del paddock, infatti, non sembrano indicare in maniera così certa il ritiro del pilota finlandese dalla Formula 1, con ritorno al Mondiale Rally. Dopo i rumors di colloqui avviati con la McLaren sin dall’inizio dell’estate, poi finiti in un nulla di fatto con gli ingaggi di Carlos Sainz e di Lando Norris da parte del team di Woking, c’è chi sostiene che Raikkonen potrebbe anche correre almeno un altro anno ancora, o in Sauber o in Haas.

Ma tant’è. Al netto di tutto, la destinazione al momento più probabile è lontano dal Circus. Del probabile addio di Kimi ha parlato anche l’attuale leader del Mondiale, nonché Campione del Mondo in carica, Lewis Hamilton. A margine della vittoria di Monza, all’inglese è stato chiesto se il finlandese gli mancherà o meno in caso di addio: “E’ sempre difficile da dire se qualcuno potrà mancarti. Quel che è certo è che lui mancherà di sicuro alla Formula 1” – dice Lewis – “Non è un segreto che, da piccolo, quando giocavo con la PlayStation sceglievo sempre Kimi e la McLaren, immaginando che fossi io in pista. Ricordo anche che la prima McLaren che guidai, nel 2004, era assettata per il suo stile di guida“.

Fu una grande esperienza, anche perché credo che allora il nostro stile si assomigliasse, per cui ricordo che trovai un ottimo feeling con il suo set-up” – aggiunge il quattro volte Campione del Mondo – “Ha avuto una carriera incredibile ed è stato un grande onore gareggiare contro un gran finlandese come lui. Sembra un tipo freddo, glaciale, ma non lo è. Si tiene in forma e dimostra meno anni di quanti effettivamente ha“.

Sul pilota della Ferrari ha espresso il suo pensiero anche Ross Brawn: “Non so sinceramente quali siano i suoi piani. Se resterà in Ferrari, se si unirà ad un altro team, oppure se saluterà definitivamente la Formula 1. Durante l’intervista sul podio di Monza fatta dal suo ex compagno di squadra, Felipe Massa, l’ho visto particolarmente emozionato, osservando la marea di tifosi presenti sotto il podio, inneggiando al suo nome“.

Da quando sono tornato in Formula 1, lo scorso anno, devo ammettere di averlo trovato più sereno” – continua Brawn – “Lo si può notare da tante piccole cose, come il tempo in più che passa nel firmare autografi o i maggiori sorrisi davanti alle telecamere. Tutte situazioni quasi impensabili in passato. Quest’anno sta vivendo la sua miglior stagione da quando è tornato in Ferrari, e penso che avrà presto una nuova chance di vincere una gara“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo