F1 2018 GP Brasile, Vettel: “Molto dipenderà da quello che accadrà al via”

E’ stato un sabato pomeriggio molto intenso, quello di Interlagos, per la Ferrari. Sia in pista, con un duello con Mercedes molto serrato, visti i 93 millesimi intercorrenti tra Sebastian Vettel ed il poleman, Lewis Hamilton, e i 15 tra i finlandesi Kimi Raikkonen (+0.175 da Hamilton) e Valtteri Bottas, che partiranno affiancati in seconda fila. Sia al di fuori, con le roventi polemiche scatenate dalle sanzioni (soprattutto quelle mancate) dei commissari, con il 2° posto del tedesco che è rimasto sub judice praticamente fino quasi a due dopo il termine delle qualifiche.

Sebastian Vettel, autore del 2° tempo nelle qualifiche di Interlagos, a 93 millesimi da Lewis Hamilton. Kimi Raikkonen partirà 4° (foto da: twitter.com/ScuderiaFerrari)

Un Vettel finito sotto indagine per una improvvida quanto concitata procedura di verifica del peso della monoposto in piena Q2 (quando i due ferraristi, all’interno di un cambio di strategia cruciale), uscitone con 25 mila euro di multa ed una reprimenda. Il tedesco non preferisce parlare di questo ma solo delle qualifiche: “E’ evidente quanto successo con le bilance, ma voglio parlare solo delle qualifiche“, taglia corto Vettel.

Abbiamo fatto dei buoni giri e la gestione delle gomme è stata molto buona. Durante il mio secondo tentativo in Q3 ho commesso un errore in curva 8, e questo mi è costato del tempo” – aggiunge il nativo di Heppenheim – “Sapevo che avrei dovuto spingere di più per migliorare ed attaccare la pole, ma alla fine non ci sono riuscito. Comunque non mi lamento, in quanto la macchina mi ha dato sensazioni davvero ottime“.

Partire con la mescola Soft domani (oggi ndr) potrebbe essere utile per la gara, a meno che non piova naturalmente” – conclude Sebastian – “Abbiamo anche una stima di quello che potrebbe essere lo svantaggio in partenza, avendo a disposizione meno grip. Ma la strada per arrivare alla prima staccata è molto breve. Vedremo, credo che molto dipenderà dal lavoro che riusciremo a svolgere nelle primissime fasi“.

Passiamo a Kimi Raikkonen, apparso soddisfatto nonostante il 4° tempo, soprattutto in termini di strategia: “Considerando come si era svolto finora questo weekend, direi che le qualifiche sono andate bene. Il risultato non è proprio l’ideale, ma abbiamo fatto un buon lavoro, con un ottimo feeling con la monoposto. Le condizioni in Q2 erano difficili, con la pioggia che stava entrando sul circuito; ma abbiamo deciso di provare a superare il taglio con le Soft, in modo da poter partire con quella mescola, e ci siamo riusciti“.

Penso sia l’opzione migliore per noi, ma vedremo cosa succederà in gara” – prosegue il finlandese – “Nel mio ultimo tentativo stavo facendo un bel giro, ma nel terzo settore sono calato un pò. Ho provato a recuperare nel finale, ma non ce l’ho fatta. La differenza in termini di gap con gli altri nelle prime posizioni è molto ridotta, ed è stata una qualifica decisamente serrata. La gara si prospetta molto interessante“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo