F1, James Allison: “Il nostro ritmo gara ha giustificato la fortuna”

Lewis Hamilton ha ottenuto una vittoria tanto sorprendente quanto fondamentale in quel di Singapore. Un successo, arrivato dominando la gara davanti a Daniel Ricciardo e al compagno di box Valtteri Bottas, propiziato dal crash avvenuto in partenza tra le due Ferrari di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen e la Red Bull di Max Verstappen (coinvolgendo anche la McLaren di Fernando Alonso). Un insieme di circostanze che ha portato l’inglese ad allungare su Vettel forse in modo decisivo, portando il gap a 28 punti.

Con il passo dimostrato in gara, Hamilton ha giustificato la fortuna avuta con il ritiro di Vettel, secondo quanto afferma James Allison (foto da: tenplay.com.au)

Secondo James Allison, direttore tecnico Mercedes, parlare solo di fortuna sarebbe ingiusto, dato che Hamilton ha giustificato il suo successo con un ottimo ritmo in gara, che non ha permesso mai a Ricciardo di impensierirlo. “Prima di domenica abbiamo attraversato un weekend difficile. Poi però le carte si sono mescolate nel modo migliore per noi, ed è stato un vero sollievo” – spiega Allison – “E’ vero, abbiamo avuto una consistente dose di fortuna. Ma ci solleva il fatto che l’abbiamo potuta giustificare con l’ottimo passo gara che sia Lewis che Valtteri sono riusciti ad avere“.

Nelle due settimane intercorse prima di questa gara, con tantissime ore di lavoro e al simulatore, nulla faceva presagire un risultato del genere” – prosegue Allison – “La Formula 1 è uno sport molto complicato, ma risultati come questo ti fanno capire che, essendo uno sport, tutto può succedere. La situazione in entrambi i campionati è ottima per noi, e lasciamo Singapore con il morale alto. Ma il campionato non è ancora finito e la strada è ancora lunga“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo