F1 Gran Bretagna 2020, dichiarazioni Libere Ferrari: “Long run molto complicati”

Debutto difficile per la Ferrari a Silverstone. Leclerc è 4°, ma i long run sono un disastro. Tanti guai per Vettel

Come da previsioni, la Ferrari vista nel venerdì di Silverstone, questo weekend sede del Gran Premio di Gran Bretagna 2020, continua a non convincere affatto. Charles Leclerc ha portato a casa un 5° posto in PL1 e un 4° in PL2, in questo secondo caso a +0.296 da Lance Stroll. Peccato però che le simulazioni di passo gara siano andate molto male, a causa anche di un assetto troppo scarico.

Giornata da tregenda per Sebastian Vettel, che ha messo assieme appena 25 giri in due sessioni. Al mattino, un problema ad un sensore, che segnalava un possibile guaio all’intercooler, ha costretto il tedesco ad uno stop anticipato e prolungato. Al pomeriggio, invece, ecco un problema alla pedaliera; alla fine Seb completa 23 giri ma con appena il 18° tempo, al volante di una SF1000 apparsa assolutamente inguidabile.

Charles Leclerc, durante la seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Gran Bretagna 2020 (foto da; twitter.com/ScuderiaFerrari)

È stata una giornata abbastanza buona per quanto riguarda le prestazioni in chiave qualifica, ma il nostro passo gara sembra essere meno forte” – ha spiegato nel post libere Leclerc – “Nel long run la macchina era estremamente difficile da guidare, il bilanciamento non era eccezionale ed era difficile non commettere errori. Domani e domenica le temperature saranno molto diverse e inoltre credo che abbiamo ancora la possibilità di cambiare varie cose per vedere come migliorare il ritmo di gara, probabilmente sacrificando qualcosa nel passo qualifica“.

Così Vettel: “Quella odierna è stata una giornata che definirei incompiuta. È stato un peccato perdere per intero la sessione del mattino. Ma pure nel pomeriggio abbiamo avuto un problema con il pedale del freno, che ci è costato del tempo e non mi ha permesso di prendere il ritmo in pista. Tutto sommato, anche se non abbiamo potuto percorrere molti giri, non è stata una giornata da buttare, perché abbiamo acquisito informazioni utili che ci aiuteranno a mettere a punto la vettura“.

Domani pomeriggio vedremo dove saremo in classifica. La pista domani dovrebbe essere più fresca in termini di temperature e anche per noi potrebbe essere meglio” – continua il tedesco – “Il ritorno di Nico? C’è stato un tempo in cui in Formula 1 c’erano fino a sei o sette piloti tedeschi contemporaneamente in pista, quindi è bello non essere più il solo… Chiaramente sono contento per lui ma nel contempo tutti speriamo di rivedere quanto prima Sergio tra noi“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo