F1 Gran Bretagna 2020, dichiarazioni gara Red Bull: Verstappen ottimo 2°, Albon 8° di rimonta

L’olandese chiude subito alle spalle di Hamilton e si mangia le mani. Albon rimonta dal fondo all’8° posizione

Il caos degli ultimi chilometri, con pneumatici ad esplodere qua e là, per poco non regalava a Max Verstappen una vittoria a dir poco rocambolesca. Alla fine arriva un 2° posto che è comunque tanta roba, ma nulla toglierà il dubbio di ciò che sarebbe potuto essere se, a fine penultimo giro, il team di Milton Keynes non avesse richiamato l’olandese per montare le soft ed andare a caccia del giro record (poi puntualmente arrivato).

Gara di rimonta per Alexander Albon. L’anglo-thailandese comincia male, centrando e spedendo a muro nell’ultima curva Kevin Magnussen in conclusione di primo giro; si becca anche 5″ di penalità, finendo sul fondo. Ma la seconda parte di gara è di rimonta, coronata da un discreto 8° posto.

Max Verstappen, inseguito da Charles Leclerc, nelle prime fasi del Gran Premio di Gran Bretagna 2020 (foto da: twitter.com/redbullracing)

Sono felice di questo secondo posto, poiché il terzo sembrava il massimo che potevamo ottenere oggi. Quindi abbiamo portato a casa un bel quantitativo di punti” – commenta Verstappen – “Ogni giro perdevo quattro o cinque decimi dalle Mercedes, ma ero un secondo circa più veloce di chi mi stava dietro. É stata dunque una gara alquanto solitaria“.

Ad un certo punto, ho chiesto al mio ingegnere di pista di ricordarmi di bere. A parte ciò, praticamente contavo le pecore” – scherza – “La prossima settimana la diversa scelta di mescole influenzerà sicuramente le strategie, ma siamo realisti circa il passo della Mercedes, comparato al nostro. Ma non smetteremo di mettergli pressione“.

La parola passa poi ad Albon: “L’ottavo posto non era quello che volevo, ma è un danno limitato rispetto a quanto successo all’inizio della gara. Credo che le responsabilità sull’incidente con Kevin siano 50/50; lui ha commesso un errore, lasciandomi spazio, e io ho provato a superarlo. Quando mi sono accorto che non mi aveva visto e che stava chiudendo la traiettoria ho cercato di evitarlo, ma ci siamo toccati. C’era una gran differenza di velocità e il contatto è stato inevitabile“.

Abbiamo avuto molto lavoro da fare questo weekend, ma abbiamo dato tutto quello che avevamo; il nostro passo, risalendo dal fondo del gruppo, non è stato affatto male” – conclude Albon – “Sono contento che la settimana prossima correremo di nuovo qui a Silverstone. Amo questa pista e potremo usare tutto quello che abbiamo imparato questa settimana“.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo