F1, GP della Stiria 2020: qualifiche Mercedes fra alti e bassi

Un fenomenale Lewis Hamilton si riconferma magico sulla pioggia e porta la Mercedes in pole per il GP della Stiria. Se il suo risultato non può fare altro che riempire di orgoglio la Frecci d’Argento lo stesso non si può dire del quarto posto di Valtteri Bottas.

La W11 di Hamilton che vola sul bagnato. Fonte: Twitter ufficiale Mercedes

La scuderia di Brackley non è perfetta, anche se ci avvicina molto. La prestazione senza macchia di Hamilton ha messo in luce una monoposto forte e di carattere mentre Bottas, al contrario, porta a casa solo un quarto posto sulla griglia di partenza domani. Il finlandese, reduce da una vittoria nel Gran Premio d’Austria corso sempre sullo stesso circuito, il Red Bull Ring, lamenta qualche imperfezione tecnica. Vediamo le impressioni dei piloti, in presa diretta dalle loro parole.

GP della Stiria, Mercedes “imperfetta”. Le parole di Bottas

Valtteri Bottas non può accontentarsi di un quarto posto in qualifica. Specialmente sulla pista su cui ha appena vinto un Gran Premio. “The Woodman”, come viene chiamato (traducibile come “il boscaiolo”) ha annunciato infatti di avere subito qualche problema tecnico. La W11, quindi, non è ancora perfetta ed imbattibile, come sembra invece dalle prestazioni di Hamilton. Il finlandese, infatti, lamenta un problema al freno.

Parte di questa prestazione è dovuta al fatto che ho riscontrato qualche problema con il mio freno anteriore destro. Per tutta la qualifica ,infatti, non sono riuscito a sfruttare al massimo il potenziale della mia monoposto in frenata, ed è qualcosa di fondamentale per trovare fiducia sul bagnato. Ad ogni modo spero in una gara asciutta, sarebbe splendido portare questa W11 al massimo. Lo sappiamo che è molto veloce“.

Le dichiarazioni di un sontuoso Hamilton

Al contrario di Bottas, la W11 di Lewis Hamilton è andata benissimo e fre le sue abili mani, infatti, la monoposto scivolava aggraziatamente sul bagnato perfettamente sotto controllo. Soprattutto durante gli ultimi giri del Q3, la Mercedes numero 44 seguiva ogni traiettoria ad un ritmo forsennato in condizioni di zero visibilità e in pericolo di acquaplaning come se tutto questo non la riguardasse, come se non esistesse.

Mi sono divertito- ha affermato il Re Nero – La giornata è stata indubbiamente difficile. Il meteo infatti ha portato condizioni difficili per tutti. Non c’era visibilità. Al penultimo giro mi sono trovato con il cuore in gola ma è andata bene e ce l’ho fatta a fare un bell’ultimo giro. Adoro queste giornate, per me hanno un sapore speciale. Mi ricordano l’inizio della mia carriera, quando correvo a Blackpool da ragazzino e le condizioni erano molto peggiori.

Ieri è stato un giorno duro. Nelle PL2 abbiamo avuto un problema, niente di grave. L’abbiamo scoperto nella notte. Oggi anche sull’asciutto sarebbe andata meglio però sono comunque grato per questa pioggia, a me piace sempre. Domani dovrebbe esserci il sole. Noi, comunque, siamo preparati in entrambe le condizioni. Oggi ho commesso zero errori, è sempre positivo partire lì davanti. è quello che vogliamo”.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus