Risultati Qualifiche GP Sakhir di F1: Pole di Bottas

Si sono appena concluse le qualifiche del GP di Sakhir in F1, il secondo appuntamento consecutivo sul circuito di Sakhir in Bahrain: la Pole position va a Bottas davanti a Russell.

Lo testimoniano i tempi fatti registrare dai piloti, tutti quasi sotto il muro dei 55 secondi. Prima fila tutta Mercedes, con Bottas, e un sorprendente (ma non troppo) Russell, distanziati di soli 26 millesimi. Terza piazza, invece, per la Red Bull di Verstappen.

Andiamo a ricapitolare cosa è successo nelle tre sessioni di qualifica odierne.

Suggestiva vista notturna del Sakhir, circuito che ospita il Gran Premio del Bahrain (foto da: twitter.com)

Q1: è Bottas il pilota più veloce

Tutti pronosticavano una sua debacle a confronto col giovane talentino George Russell. Il finlandese, almeno nella prima sessione di qualifiche, si è dimostrato il più veloce in pista girando in 53.904, primo pilota a scendere sotto il muro dei 54 secondi. Il suo compagno di squadra si è dovuto invece accontentare “solo” della terza piazza, andando a girare in 54.160.

La scarsa lunghezza del circuito ha permesso un po’ di capovolgimenti in classifica, con Leclerc che è stato il primo a girare sotto i 55 secondi segnando un crono di 54.917. A due facce la Red Bull, che con Verstappen ha mantenuto la leadership per gran parte della Q1 grazie ad un tempo di 54.037, mentre ha visto Albon qualificarsi solo per “il rotto della cuffia”, quindicesimo, a soli 85 millesimi da Magnussen, primo degli esclusi.

Buona prova di Antonio Giovinazzi.,che è riuscito a portare l’Alfa Romeo in Q2 segnando un crono di 54.523. Un po’ in difficoltà, ma comunque capaci di avanzare, le due Ferrari di Leclerc e Vettel, rispettivamente settimo e ottavo, a 345 e 397 millesimi dal tempo di Bottas.

I piloti esclusi dalla Q1 sono: Magnussen (Haas), Latifi (Williams), Aitken (Williams), Raikkonen (Alfa Romeo) e Fittipaldi (Haas).

Q2: Verstappen il più veloce

È tornato a dettare legge in Q2 Max Verstappen, che stamattina aveva già riportato il miglior tempo nelle prove libere, e va a girare in 53.647. Deludente la prestazione di Albon, solo dodicesimo a 380 millesimi dal compagno di scuderia.

Dietro l’olandese si conferma un ottimo Sergio Perez, ancora ustionato dal finale amaro dell’ultimo granpremio. Il messicano gira 140 millesimi più lento della Red Bull di Verstappen e consolida la posizione della Racing Point verso la Q3.

Solo terza e quinta le Mercedes di Bottas e Russell, che comunque tengono in serbo il meglio per l’ultima sessione di qualifiche.

La Ferrari sembra destinata a leccarsi nuovamente le ferite, invece un guizzo finale di Leclerc lo porta a strappare la sesta posizione, a 178 millesimi dall’eterno rivale olandese. Incomprensibile la scelta di Vettel, che rientra ai box per montare gomme nuove mentre era lanciato sul rettilineo finale del giro e pareva poter strappare un posto il Q3, poi sfumato in un misero tredicesimo piazzamento a oltre mezzo secondo da Verstappen.

Bene le due Alpha Tauri, che sono riuscite a portare entrambi i piloti tra i primi dieci.

Q3: prima fila Mercedes. Non basta l’acuto di Leclerc

La Q3 conferma lo strapotere Mercedes, con Bottas e Russell che vanno ad occupare tutta la prima fila. L’inglese ha dimostrato di potersela giocare (quasi) alla pari con il più esperto compagno di squadra, assicurandosi, forse, un futuro nella scuderia tedesca. 53.377 il tempo fatto segnare da Bottas, distanziato di soli 26 millesimi dal classe ’98.

Non è bastato, invece, l’acuto di Charles Leclerc: ad inizio sessione, il monagasco è sbucato fuori praticamente dal nulla con un tempo di 53.613 che gli è valso il secondo posto provvisorio, poi tramutatosi in quarto, alle spalle di Verstappen.

Proprio l’olandese chiude il podio girando 56 millesimi più lento di Bottas. Dietro Perez, quinto, da sottolineare la grande prestazione di Kvyatt, giunto sesto a bordo della sua Alpha Tauri, girando poco più di mezzo secondo sopra i tempi delle Mercedes.

Chiudono le prime dieci posizioni, nell’ordine: Ricciardo (+0.580), Sainz (+0.633), Gasly (+0.777) e Stroll (+0.823).

Griglia di Partenza Gran Premio di Sakhir di F1 2020:

1 77 Valtteri Bottas MERCEDES 53.904 53.803 53.377 24
2 63 George Russell MERCEDES 54.160 53.819 53.403 25
3 33 Max Verstappen RED BULL RACING HONDA 54.037 53.647 53.433 17
4 16 Charles Leclerc FERRARI 54.249 53.825 53.613 21
5 11 Sergio Perez RACING POINT BWT MERCEDES 54.236 53.787 53.790 17
6 26 Daniil Kvyat ALPHATAURI HONDA 54.346 53.856 53.906 26
7 3 Daniel Ricciardo RENAULT 54.388 53.871 53.957 15
8 55 Carlos Sainz MCLAREN RENAULT 54.450 53.818 54.010 20
9 10 Pierre Gasly ALPHATAURI HONDA 54.207 53.941 54.154 28
10 18 Lance Stroll RACING POINT BWT MERCEDES 54.595 53.840 54.200 19
11 31 Esteban Ocon RENAULT 54.309 53.995 13
12 23 Alexander Albon RED BULL RACING HONDA 54.620 54.026 12
13 5 Sebastian Vettel FERRARI 54.301 54.175 17
14 99 Antonio Giovinazzi ALFA ROMEO RACING FERRARI 54.523 54.377 14
15 4 Lando Norris MCLAREN RENAULT 54.194 54.693 15
16 20 Kevin Magnussen HAAS FERRARI 54.705 9
17 6 Nicholas Latifi WILLIAMS MERCEDES 54.796 11
18 89 Jack Aitken WILLIAMS MERCEDES 54.892 9
19 7 Kimi Räikkönen ALFA ROMEO RACING FERRARI 54.963 11
20 51 Pietro Fittipaldi HAAS FERRARI 55.426 11

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus