F1 , i GP perduti recuperati virtualmente

In Formula 1 si sta procedendo all’ideazione di un “Piano B” che permetterebbe il recupero dei GP perduti. L’unica soluzione alternativa per fare fronte al Coronavirus senza che la salute venga messa a rischio, appare essere la realtà virtuale.

Una scelta curiosa, strana e per certi versi immaginabile, che dimostra che alle volte la tecnologia, oltre a “dustruggere i rapporti umani”, li salva anche.

La F1 si da alla realtà virtuale. Fonte: F1.com

F1 e Esports: insieme per disputare i “GP perduti”

Le gare posticipate iniziano ad essere davvero tante. Partiamo ad analizzare un attimo il calendario originale. L’Australia è stata cancellata, Bahrain è stato rinviato, come la Spagna, l’Olanda, il Vietnam e Monaco e Cina sono stati annullati.

La Formula 1 non ci sta a darsi per vinto così facilmente ed insieme a Esports hanno progettato una serie di GP online, che saranno visibili su Twitch, Facebook e YouTube. I piloti saranno quelli che sono davvero sotto contratto per questa stagione. Inoltre, sarà usata una piattaforma del tutto simile alla monoposto in carne ed ossa- o dovremmo dire in carbonio e motori- con una tecnologia simile a quella dei simulatori reali.

Modalità gara: ON

La F1 usufruirà del gioco progettato da Codemasters per F1 2019, il videogioco per PC e il primo evento sarà proprio il Gran Premio del Bahrain. Dopotutto, il piccolo stato mediorientale ospiterà comunque la Formula 1, “solo” non fisicamente. Ma in tempi di “astinenza” chi fa caso a questi dettagli?

La durata della gara sarà di un’ora e mezza ma la lunghezza sarà del 50% rispetto a quella reale, con 28 giri. La griglia di partenza, invece, sarà definita dalla velocità dei singoli piloti, in cui colui che effettua il giro più veloce sarà il pole-man.

Ci troveremo di fronte ad uno scenario che illudrà i nostri sensi: le auto, infatti, potranno essere danneggiate comunque e finire fuori strada. Tuttavia, non dimentichiamo che quello che vedremo non sarà un Campionato reale, così come non lo saranno nemmeno i punti accumulati per il Mondiale.

Le sorprese non finiscono qui: nei week-end di pausa, la Federazione sta organizzando delle esibizioni on-line ma per conoscere maggiori dettagli, dovremo attendere.

Che finalmente la stagione 2020 abbia inizio, anche se virtualmente.