F1 Gp di Francia 2022, le dichiarazioni dei piloti dopo le prove libere

F1 Gp di Francia 2022. Una sessione di prove libere che ha confermato i progressi della Ferrari. Doppietta per il cavallino, con Sainz in prima posizione e Leclerc secondo. Subito dietro di loro il campione del mondo in carica Verstappen.

Il primo della giornata, oggi, è stato Carlo Sainz. Purtroppo per lui si prospetterà una gara in salita, visto che è stato penalizzato di dieci posizioni a causa della sostituzione delle centralina.

Carlos Sainz impegnato nelle curve del circuito Paul Ricard in Francia. Fonte: Twitter Sainz

F1 Gp di Francia 2022. Nonostante queste difficoltà il suo umore è molto fiducioso per la prosecuzione del weekend. Gli aggiornamenti portati in Francia sono stati graditi dal pilota. Un problema rilevato dal pilota madrileno è stato quello del graining che lo hanno penalizzato nel lung run. La sua preoccupazione maggiore riguarda la conservazione dei pneumatici in vista soprattutto della gara. Ecco le sue dichiarazioni al riguardo:

“Quella di oggi è stata una giornata positiva. Gli updates sembrano funzionare e la macchina si comportava bene, soprattutto sul giro secco. I long run sono stati un po’ più complicati per il graining”.

“E’ chiaro anche che le temperature alte di oggi sono state un fattore molto importante di cui bisogna tenere conto, però dobbiamo studiare con calma come conservare al meglio gli pneumatici”

“Dato che domenica avrò una penalità ora dobbiamo concentrarci sulla preparazione per la gara. C’è ancora margine di miglioramento, quindi continuiamo a spingere”.

F1 Gp di Francia 2022, Leclerc pare ottimista mentre Verstappen ha ancora bisogno di capire le prestazioni della sua Red Bull

Il suo compagno di squadra Leclerc, nonché leader della scuderia visto che si trova davanti nella classifica mondiale, ha precisato che si è trattata di una giornata molto positiva. Le sensazioni sono molto buone, confermando il passo decisamente ottimo della vettura. Inoltre c’è l’annosa questione affidabilità che viene sempre a galla e in questo weekend spera che le cose possano funzionare meglio.

Il casco che indosserà Lecler durante il Gp di Francia. Fonte: Twitter Leclerc

Vi proponiamo di seguito le sue parole al termine della giornata:

“Abbiamo ancora del lavoro da fare per domani sulla macchina. È difficile da capire la situazione, mi è sembrato che la Red Bull abbia fatto qualcosa di diverso rispetto a noi. Concentrandoci su noi stessi le sensazioni sono buone, dobbiamo solo mettere tutto insieme. Ma il passo c’è”.

“Dobbiamo venire a capo dell’affidabilità in questo weekend. Sarà una gara difficile per noi piloti ma anche per le macchine. Ho fiducia che tutto andrà bene. Verstappen è sembrato particolarmente veloce con alto carico di carburante? Non sappiamo effettivamente quanto ne abbiano avuto, ma vedremo. Serve concentrarci solo su noi stessi. Se faremo un weekend perfetto lotteremo per la vittoria”. 

F1 Gp di Francia 2022. Verstappen non è riuscito a contrastare la rossa nel giro secco. Certo il pilota olandese preferisce rimane cauto riguardo le sue possibilità, visto che ci sono molti elementi da valutare, tra cui le gomme e le alte temperature. Due fattori che saranno determinanti per tutto il weekend, perciò la strada è ancora lunga, così come le sorprese che potranno essere molte.

Verstappen viene compilmentato dal tema Manger Horner. Fonte: Twitter Verstappen

Il suo passo gara è tuttosommato costante, con un 1’37” alto ottenuto con la gomma media. Le Ferrari hanno fatto più fatica a mantenere un passo costante, pur essendo in vantaggio nel giro secco. Ecco le sue parole al termine della giornata di prove libere:

“Credo che le FP2 siano state un po’ più difficili per noi – ha commentato il campione in carica – Non siamo riusciti a trovare il bilanciamento che speravamo, ma stiamo anche provando cose nuove sulla macchina. Continueremo a lavorare domani e speriamo di avvicinarci rispetto a oggi”.

“Il long run andato un po’ meglio, ma con le gomme e questo caldo è difficile valutare Questa pista è molto dura sulle gomme, ed è difficile da paragonare all’Austria. C’era bisogno di qualche giro in più per capire meglio“.

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega