F1 GP Cina 2017, Red Bull: “Difficile far meglio al momento. Peccato per Verstappen”

Hanno poco di che stare allegri in casa Red Bull. Le qualifiche di Shanghai hanno in pratica confermato quanto si era intuito in Australia e, ancor prima, nei test di Barcellona. Ovvero che, al momento, la RB13 paga davvero tanto nel confronto con la W08 Hybrid e la SF70-H. L’esito delle qualifiche di oggi, d’altronde, è lì a dimostrarlo, con Ricciardo si 5°, ma ad un’eternità da Hamilton (+1.355), mentre Verstappen scatterà solo 17°, a causa di un problema alla power unit.

Anche in Cina le Red Bull sono state lontane, soprattutto come tempi, dalle primissime file. Ricciardo partirà 5°, Verstappen 17° (foto da: facebook.com/redbullracing/Getty Images)

Così Daniel Ricciardo: “Sono contento di quanto sono riuscito a fare oggi, anche se è chiaro che vogliamo di più. Mi sono sentito a mio agio in macchina, ho avvertito che il bilanciamento, rispetto a stamattina, era decisamente migliorato. Ma siamo ancora molto indietro rispetto a Ferrari e Mercedes. Se domani dovesse piovere, dovremo essere bravi a farci trovare pronti, in modo da sfruttare ogni possibilità. Vogliamo arrivare a podio“.

Questa invece l’opinione di Max Verstappen: “Partire così indietro rende le cose molto più complicate, anche se in mio soccorso potrebbe arrivare la pioggia. Nel motore c’era qualcosa che non andava e mi sono ritrovato con meno potenza del previsto. Ho provato lo stesso a passare in Q2, ma non c’è stato nulla da fare. Sono comunque cose che succedono. Come detto, la pioggia potrebbe darci una mano, ma anche in quelle condizioni Ferrari e Mercedes sono difficilmente attaccabili. Se invece dovesse esserci l’asciutto, la mia posizione di partenza potrebbe farmi perdere tanto tempo. Spero almeno di divertirmi e di fare buoni sorpassi“. Il problema patito dall’olandese ha riguardato un problema elettrico a due bobine, con conseguente mancanza di potenza in due cilindri della power unit.

Anche il team principal della Red Bull, Chris Horner, ha rilasciato delle dichiarazioni, intervistato da Motorsport.com: “Il divario è importante in questo momento. Loro (Mercedes e Ferrari ndr) possono aumentare la potenza in Q3, cosa che noi non possiamo fare in questo momento. Abbiamo tante cose in cantiere e vogliamo progredire di gara in gara. Tutti nel team sono focalizzati verso l’obiettivo, ovvero chiudere il gap con i primi. L’anno scorso, all’inizio, eravamo ad 1.2 secondi dalla Mercedes; poi abbiamo sviluppato a dovere la macchina, recuperando. Sapremo farlo anche quest’anno“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo