F1 GP Brasile 2016, Rosberg: “Vicino a Lewis, ma non abbastanza”

Per la quarta volta nelle ultime cinque sessioni di qualifica, Nico Rosberg partirà subito dietro a Lewis Hamilton. Il nativo di Wiesbaden ha pagato un gap di 102 millesimi dal compagno-rivale, mentre i primi avversari della Mercedes sono rimasti dietro di mezzo secondo. Una situazione, comunque, che permette a Nico di guardare ancora con ottimismo al gran premio di domani.

(foto da: telegraph.co.uk)
(foto da: telegraph.co.uk)

Delle qualifiche davvero emozionanti. Sono riuscito a restare molto vicino a Lewis, anche se non abbastanza per soffiargli la pole” – dice Rosberg – “Il mio giro, comunque, è stato davvero buono. Peccato non mi abbia permesso di essere il più veloce“.

Nico non si scoraggia e si mostra fiducioso: “Va bene lo stesso. Quest’anno, più volte, abbiamo visto come la pole non sia stata troppo indicativa sull’esito della gara. Sono ottimista e domani farò di tutto per vincere“.

Sinceramente, non vedo l’ora che arrivi domani per disputare la gara” – continua il tedesco – “Riguardo alla pioggia, non voglio pensarci adesso. Qualunque condizione climatica dovesse presentarsi, noi sappiamo di essere competitivi sia sull’asciutto che sul bagnato. Domani sarà una domenica densa di emozioni“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo