F1 GP Azerbaijan 2019, Risultati Qualifiche: Bottas a sorpresa si prende la pole

E’ Valtteri Bottas a conquistare la pole position del 3° Gran Premio d’Azerbaijan. Al termine di una sessione di qualifica interminabile, caratterizzata da ben due bandiere rosse (per quasi un’ora complessiva di interruzione), il finlandese ottiene la seconda partenza al palo della stagione (8° in carriera), con un 1:40.495 arrivato sul filo di lana, sfruttando la scia di una McLaren sul lunghissimo rettilineo finale. Una Mercedes che può sorridere per l’ennesima volta, dato che a completare la prima fila c’è Lewis Hamilton, preceduto dal compagno di box di 59 millesimi. Delusione in casa Ferrari: Sebastian Vettel, evidentemente penalizzato dall’essere davanti a tutti nel primo tentativo, deve accontentarsi del 3° tempo (+0.302); molto peggio è andata a Charles Leclerc che, da favorito per la pole, si stampa a muro in curva 8 a metà Q2, e domani partirà 9°.

Valtteri Bottas ha ottenuto la pole a Baku (foto da: twitter.com/MercedesAMGF1)

Di fianco a Vettel in seconda fila ci sarà la Red Bull di Max Verstappen (+0.574), mentre una terza fila inedita vedrà scattare la Racing Point di un Sergio Perez sempre a suo agio a Baku (+1.098) e la Toro Rosso di un ottimo Daniil Kvyat (+1.186). Quarta fila con la McLaren di Lando Norris (+1.391) e l’Alfa Romeo di Kimi Raikkonen (+2.573), mentre insieme a Leclerc in quinta fila ci sarà l’altra McLaren di Carlos Sainz. Questo perché Antonio Giovinazzi, per la prima volta in Q3 e 8° alla fine (+1.929), dovrà arretrare fino alla 18° posizione, per via della sostituzione della centralina (terza in stagione). Scorrendo la griglia, in sesta fila avremo Daniel Ricciardo (Renault) ed Alexander Albon (Toro Rosso); in settima Kevin Magnussen (Haas) e Lance Stroll (Racing Point). In ottava ci saranno Romain Grosjean (Haas) e Nico Hulkenberg (Renault), mentre in nona sarà George Russell (Williams) a far compagnia a Giovinazzi. Infine, in decima fila partirà il solo Robert Kubica (Williams), stampatosi contro le barriere sempre in curva 8 a fine Q1; Pierre Gasly (Red Bull) si avvierà dalla pit-lane.

F1 GP AZERBAIJAN 2019: CRONACA Q1

Cielo sereno o poco nuvoloso per le Qualifiche di Baku. I primi a scendere in pista sono la Williams di Russell e la Haas di Grosjean, imitate dall’Alfa Romeo di Giovinazzi. Subito sul tracciato anche Mercedes e Ferrari, seguite via via da tutti gli altri, con le Red Bull e Ricciardo ultimi a lasciare i box. Il primo crono è di Sainz, in 1:44.142, più rapido di Grosjean e Russell; il tempo dello spagnolo della McLaren viene migliorato in successione prima da Magnussen, poi da Raikkonen. Ma arriva Bottas, in 1:42.430, seguito da Leclerc, staccato di 222 millesimi. Intanto Hamilton commette un lungo, provocando le bandiere gialle, mentre Stroll bacia il muro in uscita di curva 2.

Vettel, che ha abortito il primo tentativo a causa del lungo di Hamilton, passa sul traguardo in 1:42.348, passando al comando; Lewis per ora è solo 6° (+1.149), alle spalle anche di Perez e Raikkonen, al momento in 4° e 5° posizione. Dritto intanto anche per Hulkenberg. I big continuano: Bottas migliora, ma vola Leclerc (1:41.426), che si prende la vetta della classifica; da segnalare un ottimo Giovinazzi, virtualmente 4°, seguito dalle due Toro Rosso di Albon e Kvyat. Arrivano i Red Bull, con Gasly 6° e Verstappen solo 12°. Continuano a girare sia Vettel che Hamilton, con il tedesco che non migliora, mentre lo fa l’inglese, che lo scavalca in 3° posizione, ma a 846 millesimi da Leclerc, che fa segnare un nuovo ‘fucsia’ nel T2, pur non abbassando il suo riferimento.

Attenzione a Gasly, con il record nel T1 e, sfruttando la scia di una Racing Point, fa la miglior prestazione in 1:41.335, 91 millesimi meglio del monegasco della Ferrari. Più in difficoltà Verstappen che, dopo esser tornato ai box, è costretto a montare un nuovo treno di pneumatici con mescola soft, vista la 13° posizione attuale. Intanto scende come tempi Hamilton, scavalcando Bottas, a +0.279 dal francesino della Red Bull. Fase calda della Q1, con Sainz a sandwich tra le due Mercedes e le due Alfa Romeo di Raikkonen e Giovinazzi subito alle spalle della Ferrari di Vettel. Verstappen si issa fino alla 4° posizione (+0.392). Bandiera scacchi: vengono eliminati Stroll, Grosjean, Hulkenberg, Russell e Kubica, che provoca la bandiera rossa, picchiando contro le barriere all’altezza del castello, in curva 8-9.

F1 GP AZERBAIJAN 2019: CRONACA Q2

La fase centrale delle Qualifiche comincia con mezz’ora circa di ritardo, per le operazioni di sistemazione delle protezioni in curva 8-9, dopo l’incidente di Kubica. Da vedere come al solito se i big, in particolare Mercedes e Ferrari, proveranno a superare il taglio con la media. Al semaforo verde, i primi a lasciare la pit-lane sono le McLaren di Sainz e Norris, seguite da Magnussen, Kvyat e poi tutti gli altri. Sono le Ferrari a provare a superare il taglio con le ‘gialle’, mentre Hamilton e Bottas sono sulle ‘rosse’. Sainz passa in 1:42.398, seguito a 3 decimi da Norris; Bottas arriva in 1:41.522, con Hamilton dietro di 58 millesimi. Leclerc è 3°, Vettel 9°; arriva velocissimo Verstappen, davanti a tutti con il crono di 1:41.388. Perez intanto ottiene un ottimo 4° tempo, a 482 millesimi dall’olandese della Red Bull. Senza crono le due Alfa e Gasly, mentre si rilanciano tutti per un secondo tentativo.

Charles Leclerc ha rovinato le sue Qualifiche a Baku finendo a muro in curva 8 più o meno a metà Q2. Domani partirà 9° (foto da: youtube.com)

Le due Alfa giocano di scia, con Giovinazzi che tira la ‘volata’ a Raikkonen, che si prende la 6° piazza. Mentre è clamoroso l’errore di Leclerc, che commette lo stesso errore di Kubica, finendo a muro nella zona del castello. Un errore che danneggia anche Vettel, al momento 12° e che sarà costretto a montare le ‘rosse’ per qualificarsi, con 7’41” sul cronometro. Dal replay si è notato che nel primo tentativo aveva rischiato tantissimo anche Vettel, che colpisce il muretto interno con la posteriore sinistra, esibendosi in un controllo pazzesco. Dopo un’altra quasi mezz’ora di pausa forzata, si riparte per gli ultimi 7′ di sessione, con i riflettori puntati su Vettel che, come previsto, scende in pista con la Soft.

Per ora scendono in pista i piloti dal 7° posto (Kvyat) al 13° (Ricciardo); tutti gli altri per il momento ai box, a partire da Verstappen e dalle Mercedes. Proprio Seb è il primo a lanciarsi, arrivando in 1:42.209, solo 7° per ora; in pista anche Bottas, Hamilton, Perez, Raikkonen e Giovinazzi.  La pista sembra più lenta con il calare del sole e delle temperature. Vettel al secondo giro lanciato passa 5°, con Giovinazzi dentro, nei 10, così come Norris. In Q3 anche l’incidentato Leclerc. Si è leggermente migliorato intanto Bottas, mentre Magnussen finisce lungo in curva 2 e Kvyat bacia ancora una volta i muretti di Baku. Questi i piloti eliminati: Sainz, Ricciardo, Albon, Magnussen e Gasly. Leclerc, nella sfortuna, partirà 9° e con gomma ‘gialla’.

F1 GP AZERBAIJAN 2019: CRONACA Q3

Questi i partecipanti alla Q3 azera: Hamilton e Bottas per la Mercedes; Vettel e Leclerc per la Ferrari, con il monegasco che ovviamente non scenderà in pista; Raikkonen e Giovinazzi per l’Alfa Romeo (prima volta in carriera per il pugliese); Verstappen per la Red Bull, Sergio Perez per la Racing Point, Norris per la McLaren e Kvyat per la Toro Rosso. Il primo time-attack, ormai al tramonto, vede uscire dai box in quest’ordine: Verstappen (che esce con netto anticipo rispetto agli altri), Bottas, Hamilton, Giovinazzi, Norris, Raikkonen, Vettel e Perez, mentre attende Kvyat.

Verstappen è chiaramente il primo a passare sul traguardo, in 1:41.447; il suo tempo viene migliorato prima da Bottas (1:41.172), ma soprattutto da Hamilton, che riesce a sfondare il muro dell’1:41 (1:40.703). Sul traguardo arriva Vettel che, nonostante poco più di mezzo decimo di ritardo al T2, ne becca 421 sul traguardo, in 2° posizione. Si rilancia il #33 della Red Bull, e riesce ad infilarsi momentaneamente in prima fila (+0.366). Alle spalle dei big, troviamo Perez, Norris, Giovinazzi e Raikkonen, autore di un giro molto lento. Kvyat arriva sul traguardo e si prende la terza fila momentanea (6° a +1.058).

Tutti in pista per il secondo tentativo, con i Mercedes che escono per primi ma si fermano e lasciano sfilare tutti gli altri; Verstappen viene fermato alle verifiche e quindi per lui la Q3 è finita. Vettel supera Norris e Giovinazzi e va a transitare per primo sul traguardo, a differenza delle Mercedes e di Hamilton, che sarà l’ultimo. Seb fa un gran giro, ma si ferma a meno di un decimo da Hamilton (1:40.797); alle sue spalle, sfruttando la scia di Norris, Bottas vola nel T3 e si prende clamorosamente la pole, in 1:40.495. Hamilton parte male nel T1, con un piccolo errore in curva 1, per poi andare in progressione, sfruttando a sua volta la scia del compagno di box, ma alle sue spalle di 59 millesimi. In seconda fila ci sarà anche Verstappen, mentre a seguire troveremo Perez, Kvyat, Norris, Giovinazzi e Raikkonen. Leclerc partirà 9°, per la retrocessione in fondo del pilota italiano.

Classifica e tempi delle Qualifiche del Gran Premio d’Azerbaijan 2019 (foto da: twitter.com/F1)

Griglia di Partenza Gran Premio di Formula 1 di Azerbaijan:

1 77 Valtteri Bottas MERCEDES 1:42.026 1:41.500 1:40.495 20
2 44 Lewis Hamilton MERCEDES 1:41.614 1:41.580 1:40.554 21
3 5 Sebastian Vettel FERRARI 1:42.042 1:41.889 1:40.797 23
4 33 Max Verstappen RED BULL RACING HONDA 1:41.727 1:41.388 1:41.069 15
5 11 Sergio Perez RACING POINT BWT MERCEDES 1:42.249 1:41.870 1:41.593 17
6 26 Daniil Kvyat SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 1:42.324 1:42.221 1:41.681 23
7 4 Lando Norris MCLAREN RENAULT 1:42.371 1:42.084 1:41.886 23
8 99 Antonio Giovinazzi ALFA ROMEO RACING FERRARI 1:42.140 1:42.381 1:42.424 21
9 7 Kimi Räikkönen ALFA ROMEO RACING FERRARI 1:42.059 1:42.082 1:43.068 21
10 16 Charles Leclerc FERRARI 1:41.426 1:41.995 11
11 55 Carlos Sainz MCLAREN RENAULT 1:41.936 1:42.398 17
12 3 Daniel Ricciardo RENAULT 1:42.486 1:42.477 15
13 23 Alexander Albon SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 1:42.154 1:42.494 18
14 20 Kevin Magnussen HAAS FERRARI 1:42.382 1:42.699 16
NC 10 Pierre Gasly RED BULL RACING HONDA 1:41.335 5
15 18 Lance Stroll RACING POINT BWT MERCEDES 1:42.630 8
16 8 Romain Grosjean HAAS FERRARI 1:43.407 10
17 27 Nico Hulkenberg RENAULT 1:43.427 8
18 63 George Russell WILLIAMS MERCEDES 1:45.062 9
19 88 Robert Kubica WILLIAMS MERCEDES 1:45.455 8

 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo