F1, Gp Austria, Sprint Race: “Verstappen vince, davanti a Leclerc e Sainz”

Seconda Sprint Race vinta dall’olandese dopo Imola. Buon passo della Ferrari che si “accontenta” del secondo e terzo posto a causa di una lotta interna.

Sainz e Leclerc in battaglia. Foto: Twitter F1

Va a “Super” Max Verstappen la seconda Sprint Race della stagione e gli otto punti messi in palio dal nuovo format in scena nel sabato del weekend del Gran Premio d’Austria.

Clima caldissimo al Red Bull Ring, non solo per il sole che batteva sull’asfalto della pista di Spielberg, ma anche per il tifo riservato a Max e la Red Bull con un muro arancione impressionante che ha spinto il suo beniamino alla vittoria.

Il nuovo format, che decide la griglia di partenza del Gran Premio, ha messo in scena un mini GP molto interessante e bello anche grazie alle indicazioni che esso ci porta.

Verstappen parte subito bene e costringe la Ferrari di Leclerc ad allargarsi così da poter avere la traiettoria migliore rispetto al rivale in Rosso.

Sembra poterne approfittare Carlos Sainz che, dalla terza piazza, ha la miglior reazione in partenza e sfida Verstappen per la prima posizione, subendo, però, l’ottima difesa dell’olandese che ha sfruttato il vantaggio di traiettoria.

Red Bull e Ferrari hanno, praticamente, lo stesso passo e sarebbe potuta essere una Sprint Race ben più adrenalinica se non fosse che i due piloti Ferrari, consci del fatto di poter lottare liberamente e senza ordini di scuderia, hanno dato vita ad un “corpo a corpo” che sicuramente ha tenuto col fiato sospeso tutti i tifosi della Rossa.

Leclerc, alla fine, è riuscito a mantenere la seconda posizione nei confronti di Sainz che ha sofferto uno spiattellamento che ha costretto la sua Ferrari numero 55 a rallentare e perdere ritmo nella fase centrale della gara.

A causa di questa battaglia, il già velocissimo Verstappen ha ulteriormente aumentato il proprio vantaggio chiudendo ogni discussione sulla vittoria finale.

Lotta a parte, la Ferrari ha dimostrato buon passo e domani, con una migliore gestione dei piloti e con una buona strategia, può pensare di infastidire Verstappen.

Quarto posto per George Russell che conferma la posizione di partenza in una gara svolta in solitaria e senza problemi.

MVP della Sprint Race è sicuramente Sergio Perez. Il secondo alfiere della Red Bull ha chiuso al quinto posto recuperando ben 8 posizioni rispetto alla tredicesima piazza nel quale è partito dopo la penalità ottenuta in qualifica.

Ocon raggiunge la sesta posizione, mentre Magnussen festeggia la settima piazza; Lewis Hamilton guadagna un punto con l’ottavo posto finale.

Gran battaglia tra il 7 volte campione del mondo e Mick Schumacher, che chiude nono e fuori dalla zona punti della Sprint Race. I due piloti hanno dato vita a una grande sfida con il figlio d’arte tedesco che ha guidato bene e si è difeso con grande qualità, finché la strategia Haas non gli ha reso possibile l’avere il DRS dal suo compagno.

Dietro, c’è stata grande bagarre e i più “scontenti” sono sicuramente Fernando Alonso (che non è partito a causa di un problema alla sua Alpine), Sebastian Vettel (alle prese con una inguidabile Aston Martin) e Pierre Gasly (partito 10° e terminato 15° dopo un contatto al via).

F1, Gp Austria, i risultati della Sprint Race e la griglia della gara

1. VERSTAPPEN Max (Red Bull)
2. LECLERC Charles (Ferrari)
3. SAINZ Carlos Jr. (Ferrari)

4. RUSSELL George (Mercedes)
5. PEREZ Sergio (Red Bull)
6. OCON Esteban (Alpine)
7. MAGNUSSEN Kevin (Haas)
8. HAMILTON Lewis (Mercedes)
9. SCHUMACHER Mick (Haas)
10. BOTTAS Valtteri (Alfa Romeo)
11. NORRIS Lando (McLaren)
12. RICCIARDO Daniel (McLaren)
13. STROLL Lance (Aston Martin)
15. ZHOU Guanyu (Alfa Romeo)
15. GASLY Pierre (Alpha Tauri)
16. ALBON Alexander (Williams)
17. TSUNODA Yuki (Alpha Tauri)
18. LATIFI Nicolas (Williams)
19. VETTEL Sebastian (Aston Martin)
20. ALONSO Fernando (Alpine)