F1, Fernando Alonso: “Con le monoposto di oggi, la Formula 1 è tornata dove dovrebbe stare”

Fernando Alonso sta vivendo l’ennesimo periodo estremamente difficile della sua seconda avventura in McLaren, con una MCL32 estremamente deficitaria, soprattutto a causa del propulsore Honda, in grave ritardo rispetto alla concorrenza sia dal punto di vista della potenza che dell’affidabilità. Eppure, nonostante un presente a forti tinte fosche, il giudizio dell’asturiano sulla nuova Formula 1 è positivo.

Fernando Alonso nella pitlane di Melbourne (foto da: freenet.de)

Adesso le monoposto sono nuovamente divertenti da guidare e la velocità in percorrenza di curva è di nuovo al top” – ha affermato Alonso a Crash.net – “Sono convinto che i fans sulle tribune ameranno guardare le nuove monoposto affrontare le curve; e anche dalla TV lo spettacolo è decisamente migliorato. Il sound dei propulsori è l’elemento che più mi manca, ma non penso che tornerà più“.

La situazione è migliorata e abbiamo davanti anni di divertimento e spettacolo” – continua il pilota McLaren – “Ho letto che le zone DRS verranno ricalibrate. Ciò dimostra che tutti stanno lavorando per migliorare lo spettacolo e ciò mi rende felice“.

Le monoposto sono di nuovo più difficili da guidare e, quando perdi aderenza, il posteriore si comporta in maniera particolare, rendendo molto complicato recuperare la macchina, viste anche le velocità in curva maggiori” – ha concluso il due volte Campione del Mondo – “Per fare un paragone, adesso hai mezzo secondo per reagire, mentre fino allo scorso anno ne avevi quattro; nelle macchine 2016 potevi quasi prendere un caffè nel frattempo. Quelle 2017 appartengono ad un’altra categoria e sono più vicine alla concezione ideale di Formula 1“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo