F1, è ufficiale: anche il GP di Baku è rinviato

é ufficiale: il GP di Baku è cancellato. Fonte:Twitter ufficiale del circuito di Baku

Nemmeno il GP di Baku sarà la gara d’apertura della stagione 2020 di F1. Infatti, proprio in questo momento è arrivata l’ufficialità del rinvio del Gran Premio dell’ Azerbaijan. La causa è di facile individuazione. Il Coronavirus, infatti, sta continuando a diffondersi ovunque nel mondo e la situazione sembra ancora pù critica. Non ci resta che incrociare le dita ed aspettare pazientemente la sua conclusione.

Il GP di F1 di Baku rinviato

Ci eravamo illusi tutti che bastasse pazientare un pochino per poter vedere le monoposto di Formula 1 sfrecciare in pista. I primi ad averlo fatto sono stati proprio gli organizzatori della Formula più importante tra quelle a ruote scoperte , la FIA e Liberty Media.

Proprio recentemente, infatti, avevamo letto la lettera scritta da Chase Carey, il quale affermava tutta la propria voglia di riprendere- anzi, è più corretto dire di iniziare – con le corse, a patto che fosse fatto tutto in sicurezza. Il Covid-19, tuttavia, non accenna a rallentare la sua folle corsa e sta continuando a contagiare e mietere vittime in tutto il resto del mondo.

Con una situazione del genere, appare impensabile disputare il Gran Premio di Baku, originariamente previsto per il 7 giugno. Il motivo lo accomuna con quello di Monaco. Infatti, anche quello della città dell’Azerbaijan è un circuito cittadino e la sua preparazione, quindi, richiede maggior tempo. I lavori che permetterebbero alla gara di essere corsa dovrebbero iniziare almeno con 7-8 settimane di anticipo. La situazione attuale, purtoppo, questo non lo consente.

Comunicazione Ufficiale

Il circuito di Baku ha preso oggi la decisione di posticipare il GP di Baku previsto per le date fra il 5 ed il 7 giugno.

Il rinvio è stato accordato fra il Governo dell’Azerbaijan, la F1 e la FIA. Questa è una conseguenza diretta della pandemia del covid-19 ed è seguito dalla guida esperta delle autorità competenti.

Siamo arrivati a questa conclusione perchè la nostra preoccupazione principale è il benessere e la salute dei cittadini dell’Azerbaijan, i fans visitatori, lo staff e i partecipanti al campionato.

Il Circuito di Baku condivide la delusione dei fans di non poter vivere la gara fra le strade di Baku questo giugno. Per questo fine continueremo a lavorare insieme alla FIA, la F1 ed il Governo dell’Azerbaijan per monitorare la situazione con l’obiettivo di annunciare una nuova gara più tardi nella stagione.

Tutti i biglietti, sia prenotati dal sito ufficiale che da altre piattaforme, rimangono validi ed appena avremo una nuova data vi avviseremo sulle opzioni disponibili.

I pensieri di tutti, qui al Circuito in questo momento difficile senza precedenti vanno a chi è stato- direttamente o indirettamente- colpito dalla pandemia del coronavirus.

Ringraziamo fan, clienti e partners per la comprensione e non vediamo l’ora darvi il benvenuto a Baku più avanti nell’anno per ancora più azione di gara eccitante e imprevedibile nella Casa dei Combattenti della Strada.

Nel frattempo, vi chiediamo di rimanere al sicuro e stare a casa, se potete.”