F1, Binotto si spiega: “Non sarà budget cap a farci uscire”

La Ferrari rimane in F1. Fonte: Twitter ufficiale Ferrari

Mattia Binotto ha smentito le voci che dicevano che la Ferrari avrebbe minacciato di lasciare la Formula 1 nel caso la FIA avesse deciso di abbassare il budget cap. In effetti, un Circus senza la scuderia di Maranello sembra inimmaginabile. Inoltre una decisione del genere sarebbe sembrata decisamente drastica. Tuttavia, il dissidio che riguarda il budget cap non termina qui, in quanto la McLaren ha da ridire al riguardo della posizione presa dalla scuderia del Cavallino Rampante.

Binotto: “Non lasceremo la F1 per il budget cap”

Il bidget cap di 175 milioni di dollari è stato ridotto a 150 ma di recente si stava parlando di abbassare ulteriormente questo tetto a 125 milioni. Alcune voci che si erano insidiate nell’opinione pubblica avevano detto che la Ferrari si sarebbe lamentata a questo proposito ma non solo. Addirittura, “la Rossa” avrebbe minacciato di lasciare il Circus.

Queste voci, tuttavia, sono state smentite dal team principal Mattia Binotto in persona, il quale ha rilasciato un comunicato al “The Guardian”.

“L’obiettivo di 145 milioni di dollari dello scorso giugno era già un obiettivo impegnativo- ha dichiarato il team principal- ma al di sotto di questo livello ci ritroviamo a dover offendere il nostro dna da corsa, limitando lo sviluppo.

In Formula 1 ci sono team che provengono da tutto il mondo e con diverse problematiche e caratteristiche. Non è saggio decidere in fretta, specialmente con la pandemia del Covid-19 in corso. Si rischierebbe di non valutare bene le conseguenze.

Continuando a parlare di F1, essa è il pinnacolo del motorsport per tecnologia e performance. Deve essere attraente per i costruttori delle macchine e gli sponsor che vogliono farne parte. Riducendone i costi in misura eccessiva, al contratio, si rischia di arrivare alla più bassa Formula E.”

Il budget cap sta intavolando una tavola rotonda già da qualche tempo ed i team si schierano sia pro che contro. Mentre Horner si dichiara riluttante ad accettare uno sviluppo troppo economico, McLaren ha lanciato una frecciatina alla Ferrari: “Non vogliono proprio accettarlo, eh?”