F1, Alexander Albon in Red Bull anche nel 2020

A pochi giorni dal via del penultimo weekend stagionale, vanno a comporsi gli ultimi pezzi del mosaico della griglia di partenza della stagione 2020. Quest’oggi la Red Bull ha annunciato la conferma di Alexander Albon, il quale andrà quindi ad affiancare Max Verstappen anche al via del prossimo campionato. Esordiente quest’anno al volante della Toro Rosso, il londinese naturalizzato thailandese è passato in Red Bull durante la pausa estiva, prendendo il posto di Pierre Gasly, che ha seguito suo malgrado il percorso inverso, da Milton Keynes a Faenza.

Alexander Albon che si prepara a scendere in pista nelle libere del venerdì ad Austin. Il pilota è stato confermato dalla Red Bull per il 2020 (foto da: twitter.com)

Attualmente, a due gare dalla fine, Albon occupa la 6° posizione nel Mondiale Piloti. Ai 16 punti conquistati nelle 12 gare disputate in Toro Rosso, il 23enne ne ha aggiunti altri 68 nelle sue prime 7 gare con il team anglo-austriaco (84 in totale), con una serie di nove piazzamenti a punti consecutivi all’attivo dal Gran Premio di Germania, con un 4° posto in gara in Giappone e un 5° in Qualifica a Città del Messico come migliori risultati.

Dal comunicato stampa della Red Bull, riportiamo le dichiarazioni del pilota e del team principal, Christian Horner. “Sono davvero felice di gareggiare assieme a Max anche il prossimo anno e mi ritengo fortunato nel poter avere questa opportunità. Sono estremamente grato alla Red Bull, che si è fidata di me e delle mie qualità, credendo nei miei risultati sin dal primo momento” – commenta Albon – “Questo mio primo anno in Formula 1 è stato incredibile ed avere la chiamata della Red Bull a metà stagione un grande passo in avanti per me. Non vedo l’ora di mettere in pratica quanto imparato finora per migliorare e per combattere nelle prime posizioni l’anno prossimo“.

Alex ha fatto molto bene sin dal suo debutto con il team a Spa-Francorchamps, e i suoi risultati, con sette arrivi nei primi sei in altrettante gare, parlano chiaro” – dice Horner – “È molto difficile negare quanto sia stato costante e, con la crescente reputazione da pilota molto tenace e molto impegnato nel suo lavoro, riteniamo che abbia pienamente meritato questa conferma con la Red Bull. Crediamo che lui abbia ancora tanto potenziale da sbloccare e non vediamo l’ora di vederlo di fianco a Max nel 2020“.

 

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo