F1, Abiteboul: “Hulkenberg è al centro del nostro progetto”

La Renault punta in alto nel prossimo futuro. Oltre a voler raggiungere le power unit dei rivali, Mercedes in primis, la Casa di Viry-Chatillon punta al top anche con il team che, dopo una stagione oggettivamente difficile, è chiamato a farsi spazio nella griglia di partenza. A guidare la scuderia verso i fasti del passato, è stato designato Nico Hulkenberg.

Nico Hulkenberg (foto da: pysnnoticias.com)

E’ il tipo di personaggio che cercavamo” – esordisce a Motorsport.com Cyril Abiteboul – “Ha una grande esperienza, un curriculum nelle serie minori pari a quello di piloti del calibro di Hamilton e Rosberg. Ma non era ancora stato in un top team o in un team costruttore. Per noi Nico è un grande pilota, con tante potenzialità, ed è al centro del nostro progetto a lungo termine. Vogliamo che diventi un ambasciatore per la Renault, creando un binomio forte come lo è quello Hamilton-Mercedes“.

Abiteboul, quindi, ammette che la Renault ha cercato anche altri piloti, ma sottolinea come i loro mancati approdi non siano stati dettati da una scarsa attrattiva del progetto della Casa francese. “Il rifiuto alle nostre offerte è stato dipinto in maniera erronea” – spiega Abiteboul – “Nessuno ha rifiutato di guidare per la Renault. Ci sono stati proposti come liberi piloti che in realtà avevano in essere contratti vincolanti. In tanti hanno parlato del nostro progetto come poco attraente, ambizioso e con una scarsa base economica. Nulla di più falso. Volevamo ingaggiare Nico, il quale è sempre stato la nostra opzione principale. E sono felice che abbia accettato di unirsi a noi“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo