F1 2019 Gp d’Ungheria, dichiarazioni di Verstappen e Gasly dopo le prove libere

E’ terminata la prima giornata del weekend in Ungheria, sul circuito dell’Hungaroring. Una giornata caratterizzata dal maltempo, con una pista bagnata da una pioggia insistente, che ha costretto i piloti a fare gli straordinari.
Verstappen mentre provoca una fiammata al retro della sua vettura.
Fonte. Twitter Verstappen

Il pilota della Red Bull, l’olandese Verstappen, è parso parecchio fiducioso. La macchina risponde bene e a suo dire è pronta per competere con la Mercedes. Durante la seconda sessione di prove tutti i piloti hanno potuto fare ben pochi giri, complicando la ricerca d’indicazioni concrete per la gara. Comunque dalle sue parole sono emersi alcuni spunti positivi:

“Abbiamo cercato alcune cose sulla macchina inizialmente nelle PL1 ero contento, poi abbiamo provato qualche altra soluzione che non mi ha soddisfatto allo stesso modo. Dopodichè siamo stati piuttosto forti soprattutto sul posteriore. È importante però testare queste cose soprattutto perché poi nelle PL2 abbiamo trovato un buon bilanciamento sulla macchina e sembriamo piuttosto competitivi. Mi aspetto ancora che la Mercedes sia un pochino davanti a noi, però domani sarà una giornata interessante. Valori? Difficile dirlo, ma siamo vicini. Siamo tutti piuttosto vicini.”

Galsy impegnato sul circuito dell’Hungaroring.
Fonte: Twitter Gasly

Il suo compagno di squadra Gasly è parso ancora più fiducioso, visto che tra le condizioni di asciutto e quelle di bagnato non ha trovato grande differenza. L’ultimo gran premio di Germania è stato piuttosto difficile per lui, con errori e il ritiro per un contatto con Alexander Albon negli ultimi giri. Questo fine settimana, qui all’Hungaroring è iniziato come meglio non poteva, con una prima posizione al termine delle prove libere:

“Questa giornata non significa moltissimo. Credo che l’aspetto principale per noi è stato essere competitivi e veloci sia sull’asciutto che sul bagnato. Sono contento delle sensazioni che ho avuto in macchina, nei pochi giri che abbiamo potuto completare. Vedremo quale sarà l’obiettivo per cui saremo in lotta domani. Domani sarà imprevedibile come oggi. È stato positivo fare qualche giro sul bagnato e sull’asciutto. Credo che le Mercedes siano molto veloci, l’abbiamo visto in entrambe le sessioni. Le Ferrari credo non abbiano mostrato il loro passo reale. Saranno lì in qualifica e sarà una battaglia molto ravvicinata domani ma con queste condizioni così imprevedibili”.

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega