F1 2019 Gp del Brasile, dichiarazioni di Hamilton e Bottas prima del weekend

E’ il giovedì, consueta giornata dedicata alla conferenza stampa dei piloti. In questo fine settimana si corre sul circuito di Interlagos, per il Gran Premio del Brasile. 
Hamilton assieme a tutta la squadra d’ingegneri artefici del successo anche in questa stagione.
Fonte: Twitter Hamilton

Siamo alla penultima prova del mondiale, Hamilton ha già conquistato matematicamente il titolo mondiale nell’ultimo Gp degli Stati Uniti. Ma questo non ferma la sua sete di vittoria, di macinare record in continuazione. Già pensa alla prossima stagione, quando dovrà difendere il titolo e vorrà conquistarlo per la settima volta. Sarà sempre più difficile, visto che nuovi piloti sono emersi, tra cui Verstappen e Leclerc, i due più temibili per il britannico: 

“Non credo che mi ritirerò a breve. Voglio conquistare altri titoli, e il settimo vorrei vincerlo nel 2020. Odio perdere, anche se non così tanto come quando ero più giovane.  Attendo con ansia il 2021 quando le modifiche aerodinamiche che entreranno in vigore con le nuove regole dovrebbero assicurare molta più competitività fra i vari team, Spero che sia così, e che si parta tutti sullo stesso piano. L’idea mi piace perché sono cresciuto così, correndo nei kart. Charles Leclerc e Max Verstappen potranno essere futuri campioni del mondo, guidano già in modo fantastico pur essendo così giovani. Ma devono migliorare e dipende anche dalle scelte che faranno”.

Bottas in una foto assieme ad Eugene Laverty, famoso pilota di Superbike.
Fonte: Twitter Bottas

Il suo compagno di squadra Bottas, invece, dopo un ricordo di Senna, pilota indelibilmente rimasto nella memoria degli appassionati, c’è ache spazio per la descrizione del circuito, considerato un’icona per la Formula 1:

“Il tempo passa, ma il ricordo di Senna non s’indebolisce. la sua carriera abbia motivato molti giovani, me per esempio, ad essere migliori. Ha lasciato un segno indelebile. Ho sempre avuto dei piani per raggiungere in modo diverso i miei obiettivi. Ho sempre preferito parlare in pista, perdere energia in altre cose la disperderebbe per la guida. Ho un piano per il 2020, ma non lo condivido ora. Interlagos è una pista iconica, sarebbe un peccato perderla. Ma d’altra parte anche conoscere altri tracciati non sarebbe male. L’importante è che il Brasile conservi un GP”.

 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega