F1 2018 GP Australia Risultati Qualifiche: Hamilton sbaraglia tutti!

La prima pole position dell’anno va al solito, velocissimo Lewis Hamilton, che disintegra il record dell’Albert Park con uno stupefacente 1:21.164. Per il britannico si tratta della pole #73, la #7 a Melbourne e nel Gran Premio d’Australia. Per dare il senso della prestazione di Lewis basti guardare al distacco rifilato agli inseguitori: nell’ordine, +0.664 a Kimi Raikkonen, +0.674 a Sebastian Vettel, +0.715 a Max Verstappen. Daniel Ricciardo, titolare del 5° tempo (+0.988), dovrà però arretrare in quarta fila. Così, in terza, ecco le due Haas, con Kevin Magnussen (+2.023) davanti a Romain Grosjean (+2.175), mentre in quarta ci sarà la Renault di Nico Hulkenberg (+2.368), al fianco proprio di Ricciardo.

Inizia nel segno di Lewis Hamilton la stagione 2018. Il britannico ha dominato le qualifiche di Melbourne (foto da: twitter.com/F1)

Completano la top-10 l’altra R.S.18 di Carlos Sainz Jr. (+2.413) e, forse, Valtteri Bottas. Usiamo il condizionale poiché il finnico si è schiantato contro le barriere esterne di curva 2 in avvio di Q3, e probabilmente dovrà sostituire il cambio, arretrando ulteriormente. A seguire, sesta fila con le McLaren di Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne, settima con la Force India di Sergio Perez e la Williams di Lance Stroll, mentre in ottava abbiamo l’altra Force India di Esteban Ocon e la Toro Rosso di Brendon Hartley. Completano lo schieramento le due Sauber di Marcus Ericsson e di Charles Leclerc, in nona fila, mentre in decima ci saranno la Williams di Sergey Sirotkin e l’altra STR13 di Pierre Gasly. Da sottolineare, infine, che le due Red Bull partiranno domani con mescola Supersoft.

F1 GP AUSTRALIA: CRONACA Q1

Pista asciutta dopo la pioggia della PL3, anche se già negli ultimi secondi della sessione qualcuno aveva azzardato le mescole slick. Il primo ad uscire in pista è Nico Hulkenberg, mentre Sainz fa un primo crono, battuto da un ottimo Kimi Raikkonen (1:23.616), subito avanti alle Mercedes di Bottas e Hamilton, con Vettel rallentato dal traffico nel T1 e 4°. Kimi scende ancora (1:23.096) e arrivano le due Red Bull, con Ricciardo e Verstappen che beccano rispettivamente 4 e 6 decimi. La risposta di Lewis Hamilton, che però si ferma a +0.167 dal finlandese della Ferrari.

A metà sessione, virtualmente eliminati Gasly, Stroll, Hartley e le Sauber di Ericsson e Leclerc. Bene Alonso, 7°, davanti a Sainz, Vandoorne e Hulkenberg. Ricciardo riduce il gap da Raikkonen, mentre Vettel sale in 3° posizione (+0.252). Continua a tirare Hamilton, che vuole assolutamente stare davanti sin da questa Q1 e scende sotto l’1:23 (1:22.824). Sensazione Ericsson, che porta la sua monoposto in 12° posizione momentanea, mentre Verstappen supera Ricciardo di 11 millesimi.

Ottimo Grosjean, che sale in 6° posizione, mettendosi al momento alle spalle addirittura Bottas; bene anche Magnussen, 8°. Ecco il rush finale. Salutano la compagnia Hartley, Ericsson, Leclerc, Sirotkin e Gasly (escursione fuori pista in curva 3 a negargli l’ultimo tentativo). Male le Toro Rosso. Buon balzo di Stroll, così come di Sainz ed Alonso, rispettivamente in 6° e 7° posizione. Un pò in affanno Bottas, solo 9° al termine della Q1, così come le Force India, pur se qualificate alla fase successiva.

Comincia con una prima fila promettente la stagione di Kimi Raikkonen (foto da: twitter.com/ScuderiaFerrari)

F1 GP AUSTRALIA: CRONACA Q2

La fase centrale di queste prime qualifiche dell’anno comincia con Verstappen primo a lasciare la corsia box. L’olandese scende in pista con mescola Supersoft, a differenza dei ferraristi, fuori con la Ultrasoft; stessa decisione per le Mercedes. Il primo crono, ovviamente, è di Mad Max, in 1:22.830. Raikkonen passa sul traguardo in 1:22.507, seguito da Vettel in 1:22.645. Ma sta volando ancora Hamilton, che passa al comando con un super 1:22.051, che gli vale il nuovo record della pista. Mentre Hulkenberg finisce lungo in curva 1, Bottas si ferma a 14 millesimi da Vettel.

Mentre Ricciardo, anche lui con Supersoft, è 6°, alle spalle dei primi troviamo Alonso, Sainz, Magnussen e Vandoorne. A poco meno di 7′ dal termine, virtualmente out Stroll, Grosjean, Perez, Hulkenberg ed Ocon. Tutti di nuovo fuori, compresi i big, con le Red Bull ancora su mescola Supersoft. Bottas migliora molto, portandosi a soli 38 millesimi dal compagno di box, mentre Verstappen è addirittura 3°. Mentre Kimi  e Lewis abortiscono il loro tentativo, la risposta al super crono del britannico è di Vettel, che scende sotto l’1:22, prendendosi la vetta con un ottimo 1:21.944. Eliminati Alonso, Vandoorne, Perez, Stroll ed Ocon.

F1 GP AUSTRALIA: CRONACA Q3

Partecipano alla fase finale delle qualifiche le due Ferrari, le due Mercedes, le due Red Bull (che domani partiranno con mescola Supersoft), le due Haas e le due Renault. Hamilton anticipa tutti e scende per primo in pista, seguito da Bottas, dalle Ferrari e dalle Red Bull. Ma c’è subito la sorpresa, con Valtteri Bottas che finisce pesantemente a muro in uscita di curva 2. Per lui le qualifiche finiscono qui, mentre la Q3 viene fermata con la bandiera rossa.

Valtteri Bottas ha rovinato le sue qualifiche con l’incidente in avvio di Q3 (foto da: twitter.com/F1)

Si riparte con 9’47” sul cronometro, con Ricciardo, Hamilton e Verstappen i primi sul tracciato, seguiti quindi dai ferraristi. Hamilton taglia il traguardo in 1:22.051, seguito da Ricciardo (1:22.386) e Verstappen (1:22.112). Tocca alle Rosse: Raikkonen passa in 1:22.251, Vettel in 1:22.085, a soli 34 millesimi da Lewis. Tutti vicinissimi, con i primi tre in meno di un decimo. Ancora senza tempo le Haas e le Renault.

Ci siamo, ecco il secondo e decisivo time-attack. Mentre scendono in pista Grosjean, Sainz, Hulkenberg e Magnussen, per quel che riguarda i big avremo, nell’ordine, Ricciardo, Hamilton, Raikkonen, Verstappen e quindi Vettel. Ricciardo (1:22.386) migliora poco, mentre vola in maniera impressionante Hamilton (1:21.164). Raikkonen conquista la prima fila (1:21.828), precedendo di un soffio Vettel (1:21.838) e Verstappen (1:21.879). Per Hamilton si tratta della 7° pole in Australia (record), e partirà con Raikkonen di fianco. Seconda fila per Vettel e Verstappen, mentre in terza non ci sarà Ricciardo ma le due Haas di Magnussen e Grosjean. Quarta fila per Hulkenberg e Ricciardo, mentre chiudono la top-10 Sainz e Bottas, in attesa di capire i danni sulla sua W09.

Classifica e tempi delle qualifiche del Gran Premio d’Australia 2018 (foto da: twitter.com)

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo