F1 2016 GP Abu Dhabi, Button: “Mi mancherà tanto guidare una Formula 1”

Non si è chiusa bene la carriera di Jenson Button in Formula 1. Il pilota inglese, infatti, si è dovuto ritirare nel corso del 12° passaggio, dopo aver danneggiato la sospensione anteriore destra passando in maniera troppo rude sul cordolo interno di curva 9, parcheggiando poi la sua McLaren nella via di fuga.

Jenson Button, durante la gara di ieri a Yas Marina (foto da: sports.yahoo.com)
Jenson Button, durante la gara di ieri a Yas Marina (foto da: sports.yahoo.com)

Mi aspettavo un epilogo diverso” – sottolinea Jenson dopo la gara – “Speravo di restar fuori un pò di più, anche perchè avevamo una strategia interessante. Partivo con un tipo di pneumatico diverso rispetto agli altri, anche se dovevamo comunque aspettare l’evoluzione della gara per capire cosa potevamo fare effettivamente“.

E’ andata così, e quando sono rientrato ho voluto festeggiare con tutti, tifosi, meccanici e persone a casa” – prosegue il pilota di Frome – “Come team eravamo sinceramente fieri di non aver mai subito guasti simili; anzi, da quando sto alla McLaren non mi è mai successa una cosa del genere. Si vede che era destino che andassi a festeggiare in anticipo con familiari ed amici“.

Button lascia la Formula 1 con bei ricordi: “Ovviamente, in una carriera ci sono momenti brutti” – dice Button – “L’importante è saperne uscire bene. Ho adorato tutti i 17 anni di Formula 1 che ho vissuto. Arrivai in questa categoria con il sogno di diventare Campione, e c’è l’ho fatta. Ho avuto tanti amici, mantenendo rapporti splendidi con i compagni di squadra e con le squadre con cui ho corso. Mi mancherà guidare una monoposto di Formula 1. E’ la cosa più bella e divertente del mondo ed è stupenda anche quando non va fortissimo“. 

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo