Europei Under 21, voti e pagelle Belgio-Italia 1-3: Cutrone redivivo, centrocampo dominante, si salva su Verschaeren

Un’Italia Under 21 convincente riesce ad avere la meglio nei confronti del Belgio per 3-1. Una squadra che non ha rischiato quasi mai ed ha offerto una grande prestazione, specialmente a centrocampo.
Belgio-Italia, le pagelle dell’incontro.
Fonte: Twitter Nazionale Italiana

Per stilare voti e pagelle partiamo dal mister DI BIAGIO, alla guida di un’ottima nazionale, ricca di talento e giocatori promettenti. Essi fanno parte in pianta stabile delle squadre di Serie A, portando in dote una certa esperienza. Il mister si merita un 6, non di più, perché la partita con la Polonia si sarebbe dovuta giocare diversamente. L’Italia Under 21 non doveva rischiare in questo modo la qualificazione.

Venendo ai giocatori, il portiere MERET, un 6 visto che è stato impegnato poco tra i pali,  mentre la difesa tutto sommato oscilla tra i 6, 6,5 e qualche 7. CALABRESI si è espresso meglio nella ripresa, con maggiore spinta (6,5), mentre il suo dirimpettaio PEZZELLA, all’esordio dal primo minuto, è stato autore di una buona prestazione (7). MANCINI e BASTONI (6,5) hanno fisico e personalità nonostante l’attacco belga si arrenda quasi subito.

Il centrocampo, invece, è la migliore sorpresa di questo incontro. BARELLA si merita un 7,5, è ispirato sbagliando da subito una rete, ma poi riscattandosi al tramonto della prima frazione. Altro ottimo esordio è quello di LOCATELLI (6,5) bravo a far girare il pallone, un po’ meno invece MANDRAGORA (6) apparso piuttosto spento. 

LORENZO PELLEGRINI (7) ha impostato la sua partita come esterno alto nel tridente, tagliando spesso verso il centro e riuscendo a colpire in maniera adeguata.

Nell’attacco la nota principale è la buona prestazione di CUTRONE e CHIESA. Il primo (6,5) è riuscito a firmare il raddoppio, mentre il secondo (6,5) realizza un capolavoro al termine della sfida. E’ stato graziato dall’arbitro per un pestone sulla mano di Saelemaekers.

Le pagelle della formazione belga, con molte insufficienze:

DE WOLF 6,5: il portiere belga è stato uno dei migliori, con le sue parate ha tenuto viva la nazionale.

COOLS 5,5: poca spinta sulla sua fascia di competenza, difficoltà nel tentativo di bloccare Pellegrini

BORNAUW 5: in grande difficoltà, come il suo compagno di reparto, nel frenare le incursioni di Chiesa e Pellegrini

COBBAUT 5: mai veramente incisivo nella fascia di competenza

BUSHIRI 5: stesso discorso che per Bornauw

HEYNEN 4,5: il fulcro del gioco non si è visto, in ritardo nelle giocate.

OMEONGA 5 (Dal 59’ MANGALA 4):  idem come Bastien

BASTIEN 5 (Dal 59’ VERSCHAEREN 7): sulla fascia non è riuscito a costruire molto, sempre in difficoltà contro la maggiore pressione azzurra

SAELEMAEKERS 6 (DAL 74’ MBENZA SV): ha fatto il possibile come il suo compagno, ma ha ricevuto pochi rifornimenti

SCHRIJVERS 5,5:  assieme al suo compagno Bastien è sembrato vittima della maggiore tecnica e velocità degli azzurri. 

LUKEBAKIO 6: pochi palloni, poche giocate, non si è potuto pretendere di più.

Allenatore: JOHAN WALEM 5: non ha impostato la gara in termini offensivi, ma prettamente in difesa, senza risultati soddisfacenti.

 

 

 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega