Europa League: tutto sul derby Gent-Genk

GentGenk: no, non è uno scioglilingua, ma il derby belga dell’ottavo di finale di Europa League. Andata il 9 Marzo, ritorno una settimana dopo, il 16 Marzo.

Il Gent è partito dal terzo turno di qualificazione dove, nel doppio scontro, ha sconfitto i romeni del Viitorul ottenendo inoltre nella partita d’andata casalinga la vittoria più ampia della sua storia calcistica europea con un netto 5-0 (ritorno 0-0). Successivamente ha superato negli spareggi lo Shkendija, squadra macedone della città di Tetovo, con due vittorie (2-1 e 0-4), ottenendo il passaggio alla fase a gironi. Nel gruppo H il Gent si è qualificato al secondo posto, dietro gli ucraini dello Shakhtar Donetsk e davanti rispettivamente ai portoghesi dello Sporting Braga ed i turchi del Konyaspor. Nelle sei partite giocate, totale equilibrio nei risultati finali con due vittorie, due pareggi ed altrettante sconfitte; 8 i punti conquistati dunque al termine del girone qualificatorio con 9 gol fatti e 13 subiti. Nei sedicesimi il Gent ha compiuto una vera impresa eliminando il Tottenham, al momento secondo in Premier League dietro il Chelsea di Antonio Conte, grazie alla vittoria casalinga per 1-0 e al pareggio 2-2 a White Hart Lane.

 

 

 

 

 

Il Genk ha invece seriamente rischiato di esser eliminato sin da subito. Nel secondo turno di qualificazione giocato a Luglio infatti, i belgi hanno prevalso sul Buducnost Podgorica (Montenegro) unicamente al termine dei calci di rigore (4-2 dopo il doppio 2-0 sia dell’andata in Belgio che del ritorno in Montenegro). Nel terzo turno di qualificazione il Genk ha poi eliminato con due vittorie sofferte (1-0 e 1-2) il Cork City, compagine irlandese. Negli spareggi d’Agosto il Genk ha sfidato la Lokomotiva Zagabria, oltrepassando l’ultimo ostacolo prima della fase finale della seconda competizione europea grazie alla determinante vittoria casalinga al ritorno per 2-0 dopo il 2-2 ottenuto in Croazia. I belgi vincono il girone F giungendo dinanzi, rispettivamente, al più quotato Athletic Bilbao, al Rapid Vienna ed al Sassuolo di Di Francesco. 4 vittorie e 2 sconfitte ( nelle due trasferte di Vienna e Bilbao), 12 i punti finali con 13 gol fatti e 9 subiti con differenza reti dunque +4, esattamente l’opposto del Gent.  Nei sedicesimi di finale i belgi hanno avuto la meglio sui romeni dell’ Astra Giurgiu, vincendo il ritorno in Belgio 1-0 dopo il pareggio esterno 2-2.

Nella Jupiler League Gent e Genk occupano rispettivamente la settima e l’ottava piazza ( 44 e 42 punti) della classifica generale quando mancano unicamente due partite al termine della stagione. L’ultimo posto utile per i preliminari della prossima Europa League è il sesto, nel quale staziona il KV Mechelen con 45 punti. Vi è dunque ancora una flebile speranza, per le due contendenti per i quarti di Europa League, di accedere al sesto posto.

Negli scontri diretti nella Lega Nazionale il Gent si è imposto per 1-0 nella gara casalinga di Agosto, così come il Genk ha prevalso sui prossimi rivali europei per 2-0 nel ritorno giocato il 27 Dicembre. Si attende dunque un doppio confronto infuocato, perchè un derby giocato in una competizione europea effonde sempre grande fascino.