Emergenza Coronavirus, ufficiale: il Governo sospende il campionato di Serie A

Il Premier Conte ha annunciato che le restrizioni sono state prolungate in tutta Italia, confermando la decisione del CONI di sospendere tutto lo sport, soprattutto il campionato di Serie A 

Stop allo Sport tutto, stop al campionato di Serie A. Dopo un continuo tira e molla, infatti, il Governo ha detto basta: la salute viene prima di tutto, soprattutto degli interessi economici. 

Già in giornata, d’altronde, il CONI aveva mostrato tutta la propria preoccupazione decidendo di sospendere tutte le attività sportive fino al 3 aprile per affrontare nel miglior modo possibile l’emergenza legata al pericolo di diffusione del contagio del Coronavirus, al secolo Covid-19

La situazione è precipitata nelle ultime ore con l’aumento del numero degli infetti e del tasso di mortalità, che ha avuto come conseguenza una risposta forte e misure drastiche da parte del Governo italiano, che ha esteso le precedenti restrizioni indette in Lombardia ed altre città e province del centro e nord Italia in tutto il paese, ormai diventato interamente zona rossa. 

Logo della Serie A

Queste le parole del Premier, Giuseppe Conte, durante la conferenza stampa straordinaria svoltasi poco fa: 

Abbiamo adottato una nuova decisione: siamo ben consapevoli quanto sia difficile cambiare le nostre abitudini. I numeri ci dicono che i contagi ed i ricoveri in terapia intensiva aumentano, così come i decessi. Le nostre abitudini ora vanno cambiate. Lo dobbiamo fare per la salute dei nostri cari. Ho deciso con gli altri componenti del Governo di adottare misure più forte per tutelare la salute dei cittadini. Stop per firmare un provvedimento: IO RESTO A CASA. Non ci saranno zone rosse, ci sarà l’Italia zona protetta. Saranno quindi da evitare spostamenti a meno che non siano motivati: lavoro, necessità o salute. Aggiungiamo anche il divieto di assembramenti all’aperto ed in locali. Per questo motivo non c’è ragione che i campionati sportivi ed anche quello di calcio vadano avanti. Non saranno più disputate le partite, non sarò concesso neanche l’uso delle palestre. Le attività saranno sospese fino al 3 aprile.

Le misure adottate dal Governo andranno in vigore da domani. L’Italia prova ad affrontare questa pandemia con grande responsabilità, perché la salute viene prima di tutto, anche e soprattutto dello sport e del calcio e nessun interesse economico può valere la vita. 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia