Emergenza Coronavirus, stop definitivo Serie A? Ipotesi non assegnazione Scudetto e 3 punti a tutti

Oltre alle varie ipotesi qualora si riuscisse a tornare in campo e concludere la stagione, il calcio italiano sta valutando anche altri piani nel caso in cui non fosse possibile riprendere il campionato di Serie A. La nuova proposta prevederebbe la non assegnazione del titolo e l’assegnazione di 3 punti per ogni turno di campionato ancora da disputare a tutte le squadre per completare la classifica e comunicare le squadre qualificate in Champions League e Europa League e le squadre retrocesse in Serie B

Non è detto che si potrà tornare in campo, soprattutto dopo le parole di alcuni politici e la possibile proroga delle attuali restrizioni governative ben oltre Pasqua, si dice addirittura fino al 16 maggio. 

I tempi sarebbero poi troppo stretti per completare i campionati, perché, nonostante dalla UEFA e dalla FIFA ci sia stata l’apertura a concludere la stagione calcistica anche a luglio o agosto, il rischio di falsare anche la prossima stagione 2020-2021 è davvero molto alto. 

Certo, l’impatto economico costringe a fare di tutto per completare l’attuale stagione 2019-2020, ma solo se le condizioni garantiranno la sicurezza di tutti i club e, soprattutto, qualora fossero garantiti anche tempi giustamente verosimili. 

In realtà, però, la FIGC, la Lega Serie A e l’AIC stanno lavorando a diverse ipotesi qualora si dovesse concludere anzitempo il campionato e fosse impossibile tornare in campo a causa del pericolo di diffusione del contagio del Coronavirus, al secolo Covid-19

L’ultima proposta, ultima solo per ordine cronologico, sarebbe davvero clamorosa e quasi senza senso: non assegnare lo Scudetto, ma assegnare 3 punti a tutte le squadre per il totale di partite che mancano fino alla conclusione della stagione.

E’ una proposta senza senso perché non cambierebbero le prime quattro posizioni, ma sconvolgerebbe il resto della classifica per quelle squadre che devono ancora recuperare partite e, soprattutto, non potrebbe collimare con i numeri, visto che nelle partite dei turni restanti ogni squadra affronta un avversario e non è possibile che entrambe le squadre di quella partita possano vincere. 

Forse, avrebbe più senso lasciare la classifica attuale, magari dando solo 1 punto, come se fosse quindi un pareggio, alle squadre che devono ancora recuperare le partite restanti, o, al massimo, dare 1 punto a tutte le squadre per ogni partita. 

Ad ogni modo, con questa proposta dell’assegnazione dei 3 punti la Juventus, insieme con la Lazio, l’Inter e l’Atalanta, andrebbero in Champions League, mentre il Verona scalzerebbe il Milan in classifica e accompagnerebbe Roma e Napoli in Europa League

Ovviamente, a retrocedere in Serie B sarebbero solo le ultime due in classifica, cioè Brescia e Spal, poiché non si potrebbero disputare i Play-off del campionato cadetto, dal quale sarebbero promosse solo le prime due in classifica, cioè Benevento e Crotone

Questa la possibile classifica definitiva: 

1 – Juventus 99 punti (=)
2 – Lazio 98 punti (=)
3 – Inter 93 punti (=)
4 – Atalanta 87 punti (=)
5 – Roma 81 punti (=)
6 – Napoli 75 punti (=)
7 – Verona 74 punti (+1)
8 – Parma 74 punti (+1)
9 – Milan 72 punti (-2)
10 – Sassuolo 71 punti (+1)
11 – Cagliari 71 punti (+1)
12 – Bologna 70 punti (-2)
13 – Fiorentina 66 punti (=)
14 – Torino 66 punti (+1)
15 – Sampdoria 65 punti (+1)
16 – Udinese 64 punti (-2)
17 – Genoa 61 punti (=)
18 – Lecce 61 punti (=)
19 – Spal 54 punti (=)
20 – Brescia 52 punti (=)

*Tra parentesi, le posizioni perse o guadagnate rispetto alla classifica corrente

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia