Emergenza Coronavirus, Premier League: ipotesi divieto abbracci, sputi, bottiglie e scambio maglia

Sarebbe questo il piano di riapertura in fase di studio, che prevederebbe limitazioni per 12 mesi.

Non si ha ancora certezza della ripresa del massimo campionato inglese, ma il piano di riapertura con le misure atte a limitare i contagi da covid -19, sono da considerarsi soprattutto in ottica della stagione avvenire.

Si tratta di un provvedimento ancora in fase di studio da parte degli organi tecnico-sanitari competenti che fanno capo al primo Ministro inglese Boris Johnson, e dalle pagine del “Mirror” si ipotizza una stesura definita già domenica, e l’attivazione del protocollo già a partire da lunedì.

Le misure invece anticipate dal “The Telegraph” riguardano le limitazioni di tutte quelle possibili situazioni, che potrebbero essere causa di contagio quali: il rito di scambio della casacca o molto banalmente il bere tutti dalla stessa bottiglietta.

Ai giocatori sarà anche vietato sputare durante le partite; scelta logica, considerato che la saliva è uno dei principali mezzi di propagazione del virus. Decisamente più amara per i tifosi la versione soft del gol senza festeggiamento collettivo, ma anche questo dovrebbe rientrare tra le misure atte a contrastare possibili contagi.

Tutti questi obblighi andranno ad aggiungersi alle altre ipotesi, che sono tutt’ora in fase di studio, come la possibilità di ridurre la durata dei tempi di gioco (richiesta fatta dal sindacato dei giocatori) o la disputa delle partite in stadi neutrali.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Carlo M.

Informazioni sull'autore
Responsabile editoriale, appassionato di Sport (Calcio - F1 - MotoGp)
Tutti i post di Carlo M.