Emergenza Coronavirus: Olimpiadi Tokyo 2020 in dubbio anche nel 2021

Dal Giappone emerge la preoccupazione che la pandemia da COVID-19 possa inficiare i Giochi Olimpici anche nel 2021

Non c’è pace per le Olimpiadi di Tokyo 2020. La pandemia da COVID-19, che ha costretto lo scorso 24 marzo CIO, Comitato Organizzatore e governo giapponese a decidere per lo slittamento della rassegna a Cinque Cerchi all’estate 2021, potrebbe estendere i suoi nefasti effetti anche al prossimo anno.

Questo almeno è il timore espresso da Toshiro Muto, CEO di Tokyo 2020, secondo il quale al momento nessuno può prevedere se e quando il virus sarà sconfitto. Nel corso di una conferenza stampa, infatti, Muto ha sottolineato che i Giochi potranno disputarsi solo se e quando atleti, spettatori ed addetti ai lavori avranno la certezza di poter operare in piena sicurezza.

La bandiera olimpica, con i cinque cerchi a rappresentare i cinque continenti (foto da: wikimedia.org)

Oggi nessuno è in grado di dire se sarà possibile controllare il virus entro luglio 2021. Ragion per cui non siamo certamente in grado di dare una risposta chiara sulla disputa dei Giochi Olimpici il prossimo anno” – ha spiegato Muto – “Abbiamo preso la decisione di posticipare i giochi di un anno e lavoreremo sodo per prepararli. Possiamo solo sperare che nel 2021 l’umanità intera avrà superato questa crisi“.

Un altro problema, secondo il CEO di Tokyo 2020, sono le polizze assicurative stipulate per porre un argine alle ingenti perdite economiche che lo slittamento ha provocato e provocherà. “Abbiamo sottoscritto diverse polizze assicurative, ma non è ancora chiaro se il rinvio dei Giochi si qualifichi come un evento coperto a livello economico” – ha aggiunto Muto – “Ad oggi le Olimpiadi sono ancora sotto la direzione di Tokyo 2020 ma si è prospettato dal Cio anche un tour mondiale della fiamma olimpica. Credo sia ancora presto per commentare. Vedremo cosa accadrà“.

Su eventuali piani alternativi (o piani C), Muto ha preferito glissare e spostare il focus sulla lotta al virus, chiamando a raccolta praticamente tutto il mondo: “Piuttosto che a questo, tutti noi dovremmo sforzarci al massimo per arginare questa emergenza. L’umanità dovrebbe riunire tutta la sua tecnologia e saggezza e lavorare con il massimo dispiegamento di forze, in modo che possano sviluppare trattamenti, medicine e vaccini utili a sconfiggere il contagio“.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo