Emergenza Coronavirus: giocatori Barcellona annunciano taglio 70% stipendi

Il Barcellona ha trovato l’accordo con i propri giocatori per la riduzione degli stipendi del 70%. La squadra spagnola segue così l’esempio della Juventus, che pochi giorni fa aveva ufficializzato il taglio dei salari dei propri calciatori fino al 30 giugno.

Ad annunciarlo è stato il capitano Lionel Messi attraverso il proprio profilo instagram, spiegando che i calciatori sono sempre in prima linea per aiutare il club e capiscono perfettamente il momento di emergenza, legato alla pandemia del coronavirus. Il capitano blaugrana ha spiegato che oltre al taglio degli stipendi del 70%, che riguarderà i prossimi tre mesi, verrà fornito un contributo ai dipendenti del club, affinché ricevano regolarmente il 100% del proprio salario mensile.

La Pulce argentina ha spento così le polemiche nate nei giorni scorsi, per un presunto disaccordo con la società, spiegando che tale decisione è stata ufficializzata solo ora perché si stava cercando la formula giusta che fosse ideale per tutte le parti coinvolte.

Recentemente lo stesso numero 10 aveva donato un milione di euro all’Hospital Clinic di Barcellona e su questa scia anche altri campioni del Barcellona avevano intrapreso iniziative simili. Busquets si è unito infatti alla campagna benefica promossa da Saul, giocatore dell’Atletico Madrid, mentre Piqué ha partecipato ad una donazione insieme a Pau Gasol e Rafa Nadal.

Lionel messi, in riferimento alle voci di qualche giorno fa, non si è detto stupito del fatto che all’interno del club ci siano state persone che hanno messo pressione su una cosa che comunque sapevano sarebbe stata fatta, evidenziando le tensioni con il presidente Jose Maria Bartomeu.