Diritti TV Serie A: licenza a Sky e addio DAZN?

La Serie A potrebbe tornare presto su Sky; visti i tanti problemi di trasmissione fatti registrare da DAZN nelle prime quattro giornate della stagione 2021-2022, il Parlamento potrebbe presto obbligare la piattaforma del Gruppo Perform a concedere i diritti tv del campionato in sub-licenza alla nota piattaforma satellitare.

La 4° giornata del campionato di Serie A si concluderà questa sera con il posticipo della Dacia Arena che, alle 20:45, vedrà in campo l’Udinese di Luca Gotti contro il Napoli di Luciano Spalletti. Un match che, come da accordi, sarà visibile sia su DAZN, che detiene i diritti di trasmissione della Serie A fino al 2024, che su Sky, che, invece, ha in co-esclusiva proprio con DAZN, i diritti di trasmissione di 3 match del massimo campionato italiano di calcio (sabato 20:45, domenica 12:30, lunedì 20:45).

Diritti Tv Serie A pronti a tornare nelle mani di Sky.
Diritti Tv Serie A pronti a tornare nelle mani di Sky?

Diritti di trasmissione delle partite che rappresentano l’argomento di cui parleremo in queste righe; stando infatti a quanto riportato qualche giorno fa dal giornale Milano Finanza, che ha intervistato l’onorevole Raffaella Paita, presidente della Commissione Trasporti, pare che verrà presto presentato al Parlamento un documento nel quale si chiederà a Montecitorio di votare una risoluzione nei confronti di DAZN.

I motivi di tale “battaglia” contro la piattaforma del Gruppo Perform sono ovviamente noti: continue interruzioni durante la trasmissione delle partite e qualità della stessa alquanto scarsa. A tutto ciò si aggiunge poi un problema ancor più grave che riguarda le percentuali di share raccolte da DAZN che non combaciano con quelle dell’Auditel, sulle quali si fondano i proventi in diritti tv delle squadre di calcio.

E proprio per questi motivi, il Parlamento, come detto, potrebbe presto obbligare DAZN alla sub-licenza, vale a dire alla concessione dei diritti di trasmissione di tutte e 10 le partite che compongono una giornata di campionato in Serie A anche a Sky.

Una mossa, quella del ritorno del campionato su Sky, dietro la quale si nasconde non solo l’interesse per i semplici spettatori che pagano l’abbonamento, ma anche e soprattutto, la tutela dei guadagni che le squadre di Serie A ottengono dai diritti tv. In parole povere se DAZN perde utenti, la Serie A perde ascolti e guadagni, pertanto far tornare il campionato sul satellite significherebbe evitare questo tipo di problemi.

Al momento la situazione è ancora in alto mare, ma viste le numerose disdette e l’istruttoria avviata dall’Agcom per verificare il modo in cui DAZN calcola i propri dati di ascolto (i dati raccolti da DAZN e certificati dalla Nielsen risultano superiori del 58% rispetto a quelli raccolti dall’Auditel), è chiaro come la piattaforma streaming del Gruppo Perform rischi grosso.

Ora come ora la Serie A via satellite è disponibile solo per gli utenti business (bar, ristoranti, pub, pizzerie ed hotel) su Sky Sport Bar, ma presto potrebbe tornare anche sugli schermi dei privati per la felicità di buona parte dei consumatori. La “battaglia” è appena agli inizi e come finirà non ci è ancora dato saperlo. Possiamo infatti solo aspettare per saperne di più. Seguiranno aggiornamenti.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Nicola Patrissi

Informazioni sull'autore
Maturità scientifica. Laurea in Lettere e Filosofia (Indirizzo moderno). Appassionato di scrittura, fotografia e calcio.
Tutti i post di Nicola Patrissi