Le Dichiarazioni post qualifiche Gp Canada 2018: Vettel sorpreso, Bottas da migliorare, Verstappen il massimo possibile.

Le qualifiche per il Gp del Canada del 2018, settima prova del mondiale di Formula 1, hanno dato un esito sorprendente per la storia di questo circuito.

Infatti, per la prima volta dopo 17 anni, un pilota della Ferrari, Sebastian Vettel, partirà davanti a tutti a Montreal. L’ultima volta ad esserci riuscito fu Michael Schumacher, ma stiamo parlando di molto tempo fa. 

Ad oggi le regole sono cambiate, con il passaggio ad i motori turbo-ibridi e il relativi dominio di una nuova squadra. Accadde nel 2010 con la Red Bull di Vettel e negli ultimi quattro anni con la Mercedes

E’ la pole numero 54 per il pilota tedesco, ma soprattutto è una bella novità per la Ferrari.  Nel Gp del Canada non è sempre riuscita a fare bene, proverà a sfatare questo tabù.

Nel contempo bisognerà fare attenzione alle due Mercedes, piazzatesi in seconda e quarta posizione. Sono pronte a sfruttare un minimo errore di Vettel davanti, così come l’imprevedibilità e la giovinezza di Verstappen, un cavallo impazzito e imprevedbile.

Certo che a vedere i risultati delle prove stupisce il fatto di avere tanti piloti in così poco tempo. Infatti dal primo Vettel, al sesto Ricciardo, ci sono appena tre decimi di differenza, mentre dal settimo Hulkenberg, i distacchi si fanno più sostanziosi e superiori al secondo.

Sebastian Vettel, quattro volte Campione del Mondo, pilota Ferrari dal 2015 (foto da: doberre.com)

Una pole che ha sorpreso tutti in casa Ferrari, persino lo stesso Vettel. Infatti nella prima sessione di prove libere, il tedesco non ha avuto buone sensazioni, affermando come la monoposto non aveva ritmo, quindi non era fiducioso per il turno di qualifiche. Invece, grazie anche al team, ammette candidamente, c’è un rovescio positivo nella prestazioni ed è riuscito ad ottenere il primo posto. Inoltre, ha dimostrato sorpresa per la possibilità di ottenere un buon giro sin dalle prime battute, senza dover effettuare giri di riscaldamento.

Valtteri Bottas (Foto da: neue-woche.com/Franziska Kraufmann)

Valeri Bottas, invece, è sembrato piuttosto contento della qualifica, del fatto di essere riuscito a tirare fuori il meglio dalla monoposto. Certo che ha ammesso come fosse stato difficile fare di più senza portare i miglioramenti per questo fine settimana. Differenze molto piccole tra le prime tre squadre, perciò conterà molto quale strategia sapranno utilizzare in gara per avere la meglio.

Max Verstappen, Red Bull (foto da: autoworldnews.com)

In ultimo, Verstappen si dichiara molto contento per le qualifiche. Secondo lui è stato fatto il massimo, nella Q3 era difficilissimo fare meglio. Ma comunque il pilota è ottimista perché si trova vicino ai migliori, con il fatto di essere migliorati in ogni sessione.

 

 

 

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega