Dahoud dal Borussia Moenchengladbach al Borussia Dortmund: sulle orme di Marco Reus

Il Borussia Dortmund ha bruciato tutti sul tempo, in primis il Milan, ancora impegnato con la questione closing: dal 1 luglio del 2017 Mahmoud Dahoud sarà un nuovo giocatore giallonero. L’ufficialità è arrivata nella giornata di ieri: contratto di cinque anni e tanti saluti alla folta concorrenza in giro per l’Europa. Un vero e proprio colpaccio visto che stiamo parlando di uno dei maggiori talenti del calcio tedesco e della Bundesliga in generale. Che ha un aspetto in comune con un suo precedente illustre, Marco Reus: il passaggio dal Borussia M’Gladbach al club che gioca le proprie partite di campionato al Signal Iduna Park.

Ma si può realisticamente pensare che Dahoud possa ripercorrere le orme e la carriera di Reus? Le premesse ci sono tutte. Prima di tutto, per via di un’età strabiliante: stiamo parlando infatti di un classe 1996, con tutto il tempo per completare il proprio processo di maturazione e affermarsi anche in palcoscenici probanti come quello della Champions League.

Ma il parallelismo regge anche dal punto di vista delle qualità tecniche: entrambi trequartisti, di piede destro, con il vizietto del gol. Certo, i numeri del campione giallonero per ora sono distanti anni luce (51 reti su 119 presenze in Bundes, dal 2012 a oggi), ma come si suol dire “il ragazzo si farà”. A conferma di una linea societaria super-verde, pronta a sbaragliare il calcio del Vecchio Continente nel giro di 2-3 anni.