CSKA Sofia-Roma 3-1, le pagelle: Milanesi si presenta nel migliore dei modi, follia Fazio.

Tanti giovani dal primo minuto e poca concentrazione in campo. La Roma esce sconfitta in Bulgaria senza troppi rimorsi, in attesa di conoscere l’avversaria da affrontare nel prossimo turno.

Sconfitta indolore per la Roma che, allo “Stadio dell’esercito bulgaro” esce sconfitta con un netto 3-1 subito per mano di un buon CSKA Sofia che onora la competizione.

I bulgari festeggiano i primi tre punti del proprio girone e chiudono a quota 4 (destino vuole che tutti i punti siano stati ottenuti contro la Roma) e, stasera, trovano anche i primi 3 gol della loro fase a gironi.

Una Roma poco concentrata si è affidata ai giovani per rendere il passivo meno amaro ma, tra tutti, risalta solo la prestazione di Milanesi, autore anche di un grande gol.

Fisiologico era il calo di concentrazione dei giocatori giallorossi che hanno praticamente regalato tutti e 3 i gol del CSKA. Il più grossolano di tutti è sicuramente il terzo gol che ha definitivamente tagliato le gambe alla squadra di Fonseca: Fazio regala un filtrante degno del miglior trequartista a Sowe e l’attaccante, vecchia conoscenza italiana, non tradisce.

Bene, nel CSKA, la batteria difensiva che crea un muro quasi invalicabile per una Roma poco convinta. Benissimo anche Sowe e Rodrigues che, con gol e giocate, confezionano l’impresa del CSKA.

Incolpevole il giovane portiere Boer, che prende 3 gol nella sua prima serata da titolare, ma praticamente i suoi peggiori incubi, stasera, sono stati i compagni. Qualche sufficienza risicata e un voto, quello di Fonseca, che non rispecchia la partita vista in campo, ma la bravura di aver passato agevolmente il girone da primi in classifica.

Le pagelle della Roma

Boer 5,5 – Sul voto finale pesano i tre gol subiti, ma la responsabilità è più dei compagni che sua. Si immaginava un debutto diverso, invece ha dovuto confrontarsi con gli errori di Fazio e Diawara che spianano la strada ai primi gol subiti in carriera dal veneziano.

Kumbulla 5,5 – Ordinato in fase difensiva ma poco autoritario. Certo, non può prevedere la serata no dei compagni ma non si impone in leadership e viene sostituito appena iniziata la ripresa.  Dal 46’ Smalling 5,5 – Entra e si “gode” da spettatore il filtrante che Fazio confeziona agli avversari. Non può nulla in una serata dove tutta la Roma è sembrata in vacanza.

Fazio 4 – Nonostante l’opportunità di dimostrare il suo valore in Europa, l’esperto difensore non si aiuta regalando al CSKA il gol del 3-1. Filtrante a dir poco suicida che rende facile la vita a Sowe e difficile il debutto di Boer.

Juan Jesus 5 – Non fa meglio dei suoi compagni di reparto, anzi, regala il primo gol che apre il via ad una serata “no” di tutta la difesa giallorossa. Peccato.

Bruno Peres 6 – Fa il suo e lo fa benino. Non si scompone più di tanto sulle, poche, avanzate del CSKA dalla sue parti. Conclude un girone risultando, in fin dei conti, tra i migliori dei suoi. (82’ Tripi SV)

Milanese 7 – Pronti, via e già il ragazzo si mette in mostra con giocate interessanti e un gol molto bello. Il classe 2002 abbina intelligenza tattica a grande qualità tecnica cercando di trascinare i suoi anche nei momenti più disperati. L’impressione è che si farà. (62’ Villar 6,5 – Entra e dimostra subito di essere in un ottimo periodo. Cerca di risvegliare la Roma facendo il possibile ma, ormai, la partita era già compromessa)

Diawara 5 – Dormiente nell’occasione del secondo gol del CSKA, il centrocampista ex Napoli pasticcia in fase di impostazione ed è spesso sembrato fuori partita. Cresce nel secondo tempo ma l’errore sul gol di Sowe pesa.

Bamba 6 – Non è colpevole in nessuna occasione. Prova a risultare utile, riuscendo a mostrare qualcosa di interessante. Non sfoggia una prestazione trascendentale ma se la cava al meglio durante il suo debutto dal primo minuto in prima squadra. (63’ Karsdorp 6 – Ordinato. Non è causa della disfatta ed entra a risultato già confezionato)

Carles Perez 5,5 – Aveva la possibilità di far bene ma la manda alle ortiche regalando una prestazione fumosa e poco convincente ai suoi. Vuoi per la qualificazione ottenuta, vuoi per il muro alzato dai bulgari, lo spagnolo incappa in una serata no.

Pedro 6 – Cerca di ispirare i compagni senza riuscire a regalarsi la gioia di un gol e un assist. La Roma si è appellata molto al suo talento per cercare di sbrigliare il muro del CSKA Sofia, ma serve a poco.

Borja Mayoral 6 – Ci prova in tutti i modi, ma non riesce a trovare il gol. Complice una buona partita del portiere avversario e poca precisione. Ha il grande merito di provarci fino in fondo, senza però cambiare il risultato finale.

Fonseca 5,5 – La partita di stasera varrebbe un 4 ma il girone, dominato da prima in classifica, varrebbe almeno 7. Il tecnico portoghese regala una passerella a tanti giovani che, con la partita di stasera, hanno capito cosa vuol dire affacciarsi nel calcio che conta. Non può prevedere i grossolani errori di stasera che sono, sicuramente, frutto della poca pressione che la partita imponeva.

Le pagelle del CSKA Sofia

Busatto 6.5, Antov 6.5, Mattheij 6.5, Zanev 6, Yomov  6 (63’ Vion 6), Youga 6 (75’ Galabov 6), Geferson5.5, Mazikou 6, Rodrigues 7 (81’ Henrique sv), Sowe 7.5 (74’ Ahmedov 6), Sankhare (63’ Beltrame 6)

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus