Covid-19: ecco il nuovo regolamento con i protocolli della Lega Serie A

La Lega ha ufficializzato il nuovo protocollo riguardo la situazione Covid e i rinvii delle partite.

Calciomercato: Lovato all'Atalanta, Frabotta all'Hellas Verona.

Una Befana sicuramente caotica per le 20 squadre di Serie A che stanno cercando di attrezzarsi, come meglio possono, al caos causato dal Coronavirus che ha colpito un numero molto consistenti di tesserati rendendo difficile lo svolgimento della prima giornata di campionato del 2022.

Molti club sono stati fermati dalle rispettive ASL Locali e altrettanti, invece, hanno ottenuto il nullaosta che consente la trasferta nonostante la diversità di casi.

Proprio all’interno di questa situazione non del tutto chiara, la Lega Serie A è voluta intervenire per creare, grazie ad un Consiglio straordinario indetto nella serata del 5 gennaio, una regola ferrea sui rinvii.

Con una nota comunicata attraverso il sito ufficiale del massimo campionato italiano e firmata dal presidente Paolo Dal Pino, è stato ufficializzato un protocollo in cui una squadra può richiedere il rinvio solo in mancanza di almeno 13 giocatori di cui un portiere.

Il nuovo protocollo sarà utilizzato, si legge, in via transitoria ed eccezionale alla corrente stagione sportiva 2021/2022 e ribadisce ciò che già ieri era trapelato, ovvero che la Lega cercherà in tutti i modi di garantire lo svolgimento del campionato.

Il rinvio sarà possibile solo in mancanza del termine minimo di giocatori (dunque 13) ma anche in questo caso c’è una possibilità per giocare anche in mancanza degli effettivi.

Non sono contati nella lista gli Under 21, sia della prima squadra che della primavera, dunque i club avranno la possibilità di pescare dalla Primavera tutti quei giocatori nati dopo il 2003 che corrispondono alle caratteristiche indette dalla lega.

Questi ultimi saranno subito integrati nella prima squadra e permetteranno ai club di poter arrivare a quota 13.

Qualora, anche con l’ausilio della Primavera, non si riesce ad ottenere il numero minimo di 13 calciatori, la squadra potrà chiedere il rinvio che verrà accettato dalla Lega.

La situazione, però, cambia anche per quanto riguarda i movimenti indetti dalle varie ASL che sembrano poter essere “neutralizzate” dalla dicitura in cui la Lega rimarca che nel caso un club ha la possibilità di giocare dovrà farlo.

Chi non si presenterà otterrà la sconfitta a tavolino.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€