Coppa Italia, Juventus-Inter: tensione a fine partita tra Conte e Agnelli

Juventus-Inter termina 0-0, ma a fare notizia è la tensione scoppiata tra il tecnico nerazzurro, Antonio Conte e il presidente bianconero, Andrea Agnelli.

È accaduto di tutto ieri sera allo Stadium: se da un lato infatti c’è una partita, terminata 0-0, che ha permesso alla Juventus, dopo l’1-2 esterno di una settimana fa, di raggiungere la finale di Coppa Italia ai danni dell’Inter, dall’altro c’è un insieme di situazioni che hanno caratterizzato il match tra bianconeri e nerazzurri che nulla hanno a che vedere con il risultato maturato sul campo.

Juventus-Inter di ieri sera meriterebbe un’accurata analisi tecnico-tattica, ma i fatti extra campo verificatisi durante e dopo il match mettono in secondo piano la pur piacevole sfida tra torinesi e meneghini. Le prime scintille si palesano in avvio di partita quando in occasione del rigore giustamente non concesso all’Inter per autofallo di Lautaro Martiez, Bonucci invita Antonio Conte, suo ex allenatore, a rispettare l’arbitro e a mantenere la calma poiché quello per cui sta protestando eccessivamente neanche esiste.

Juventus-Inter: è tensione traConte e Agnelli
Juventus-Inter: è tensione tra Conte e Agnelli.

E proprio le proteste reiterate del tecnico nerazzurro scoperchiano la pentola del contegno del presidente Andrea Agnelli e di tutta l’area juventina che, stando a quanto riferito dallo stesso Conte in conferenza stampa al termine della partita, lo avrebbero riempito di insulti e parolacce per l’intera durata dei 90 minuti. Insulti e parolacce ai quali l’ex allenatore della Vecchia Signora ha risposto con il dito medio alla fine del primo tempo.

Ora Juventus-Inter è finita e tra qualche giorno non se ne parlerà più. Le due squadre si rincontreranno il prossimo 16 maggio e noi auspichiamo che allora il campo sia l’unico aspetto del quale dover parlare.

Queste, in conclusione, le parole di Antonio Conte al termine del match di ieri sera attraverso le quali spiega il motivo del dito medio dovuto ai continui insulti piovuti dall’area bianconera:

Quelli della Juventus dovrebbero dire la verità e penso anche che il quarto uomo abbia visto cosa è accaduto per tutta la partita. Bisognerebbe essere più educati. Non c’è niente da dire, aggiungo solo che serve più rispetto per chi lavora.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Nicola Patrissi

Informazioni sull'autore
Maturità scientifica. Laurea in Lettere e Filosofia (Indirizzo moderno). Appassionato di scrittura, fotografia e calcio.
Tutti i post di Nicola Patrissi