Coppa Italia Atalanta-Juventus 0-1, voti e pagelle: grande ritorno di Buffon, bene anche Higuain, disastro Gomez

La Juventus chiude in vantaggio i primi novanta minuti della doppia sfida di semifinale di Coppa Italia contro l’Atalanta grazie a due suoi grandissimi campioni.

Gonzalo Higuain e Gianluigi Buffon hanno prepotentemente messo le mani su questo successo esterno, a Bergamo, della Vecchia Signora che si avvicina ad una quarta finale consecutiva nella competizione.

Dopo pochissimi minuti Higuain sfrutta l’infilata successiva ad una palla recuperata brillantemente da Mandzukic e cambia subito il risultato.

Poco più tardi, sempre nei primi quarantacinque minuti di gioco, Buffon, al rientro dopo quasi due mesi di stop e a poche ore dai suoi primi quaranta anni, mette le manone sulla conclusione, generosa, dal dischetto di Gomez blindando la sua porta.

Nella ripresa aumentano stanchezza e confusione, ma negli ultimissimi minuti è la squadra di casa a farsi più pericolosa sbattendo però ancora una volta di fronte al muro Buffon.

Tra un mese circa, la Juventus tenterà di amministrare il vantaggio nel ritorno all’Allianz Stadium, suo fortino, per centrare una nuova finale nella competizione, la quarta su quattro tentativi nell’era di Allegri.

TABELLINO

Atalanta (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Masiello, Palomino; Hateboer, de Roon, Freuler, Castagne; Cristante (76′ s.t. Barrow); Cornelius (46′ s.t. Ilicic), Gomez (82′ s.t Petagna).

Allenatore: Giampiero Gasperini

Juventus (4-3-3): Buffon; De Sciglio, Benatia (82′ s.t. Barzagli), Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic (90′ s.t. Bentancur), Matuidi; Douglas Costa (63′ s.t. Bernardeschi), Higuain, Mandzukic.

Allenatore: Massimiliano Allegri

Arbitro: Paolo Valeri di Roma

Reti: 3′ p.t. Higuain (J),

MIGLIORI

Buffon 8: campione senza tempo, uno di quelli che potrebbe non giocare per dei mesi ma con la sicurezza che, al ritorno, farebbe il fenomeno. Due interventi decisivi che valgono davvero più di un gol e che consegnano una importante affermazione.

Higuain 7,5: partita di grande sacrifico impreziosita subito dal gol che decide questa gara di andata. Fisicamente sembra essere uno dei più convincenti e dopo un piccolo digiuno, sembra avere nuova fame di gol.

Pjanic 6,5: primo tempo spavaldo e brillante, secondo di sacrificio e dedizione difensiva, i più grandi progressi il bosniaco li ha fatti nella gestione ottimale dei vari momenti della partita e delle due manovre, diventando così, finalmente vincente.

Ilicic 6,5: buon ingresso nella ripresa che permette all’Atalanta superiorità numerica nella sua trequarti oltre che maggiore imprevedibilità e brillantezza tecnica. Non a caso il secondo tempo dei nerazzurri è di differente spessore rispetto al primo.

PEGGIORI

De Sciglio 5,5: piccolo passo indietro rispetto a più che positive prestazioni messe in mostra da quando è in bianconero. Dopo un primo tempo sufficiente in cui svolge il compitino, cala nel secondo e soffre soprattutto nei minuti finali finendo per essere impreciso e lento nelle chiusure.

Douglas Costa 5: passo indietro anche per l’esterno offensivo brasiliano che inciampa in una prestazione negativa e scompare nella fitta nebbia di Bergamo. Sostituito nella ripresa per necessità.

Gomez 4,5: davvero poca roba nel corso di tutta la partita, annullato dalla imponente fisicità della retroguardia bianconera. Come se non bastasse, macchia ulteriormente la prestazione con l’errore dal dischetto imbambolato da Buffon.