Coppa Italia, 6 sostituzioni della Roma contro lo Spezia: rischio sconfitta a tavolino

Serata nera per i giallorossi che oltre la sconfitta, con annessa eliminazione dalla Coppa Italia, per mano dello Spezia, sbagliano clamorosamente il numero dei cambi. Solo Pellegrini ha provato a convincere il mister.

Inizia a scottare la panchina di Paulo Fonseca dopo l’errore di ieri

Piove sul bagnato per la Roma.

La sconfitta casalinga, per 2-4, contro il solito spregiudicato Spezia ha sancito, pochi giorni dopo la debacle subita nel derby, l’eliminazione della Roma dalla Coppa Italia, ma non solo.

La serata di ieri non permette a nessuno di salvarsi dalle critiche e non parliamo solo dei giocatori che hanno partecipato al match, ma, soprattutto, parliamo dello staff e della società AS Roma in generale.

Sul campo da gioco, c’è ben poco da dire: Borja Mayoral ha sbagliato tutto ciò che si poteva sbagliare, Mancini e Pau Lopez compiono un minuto di vera follia e nessun giocatore si è imposto al meglio; eppure, a far notizia, non è la prestazione dei singoli, ma l’incredibile situazione in cui la Roma, durante il supplementare, ha effettuato il sesto cambio nonostante il regolamento ne comprendesse solo 5.

I tempi supplementari garantiscono l’apertura di uno slot aggiuntivo per effettuare i cambi, ma ciò non ammette l’aumento del numero di sostituzioni come, evidentemente, la Roma credeva.

L’unico a porsi delle domande è stato Lorenzo Pellegrini che a colloquio con Paulo Fonseca ha ricordato che quella che si stava svolgendo era la sesta sostituzione. Il centrocampista è stato tranquillizzato e convinto della possibilità di poter effettuare il cambio, ma si tratta di un grave errore di Fonseca, del suo staff e degli addetti ai lavori.

La situazione, in casa Roma, è burrascosa ma ciò non ammette degli errori così grossolani di comprensione del regolamento.

La partita sarebbe, dunque, stata comunque persa a tavolino dai giallorossi in caso di esito diverso dalla sconfitta e la Roma si ritrova con 2 partite perse a tavolino in un solo anno.

Il caso Diawara, durante la prima giornata contro l’Hellas, aveva già fatto storcere il naso per l’incredulità di aver sbagliato la data di nascita di un giocatore che gioca da tempo nella nostra massima serie; mentre ieri il sesto cambio fa capire che non c’è nemmeno una vera comprensione del regolamento all’interno della società capitolina.

La Roma ha bisogno di cambiare marcia e ripartire da uomini convinti a voler onorare questa squadra. Intanto, ieri, ha subito due sconfitte in una sola partita: una a tavolino e una sul campo.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus