Coppa Italia 2019-2020, risultati trentaduesimi di finale: eliminate Verona e Brescia, ok le altre di A

Sono andati in archivio i trentaduesimi di finale della Coppa Italia: non ci sono state sorprese e tutte le squadre che affrontavano avversarie di categorie inferiori si sono imposte con relativa facilità. L’appuntamento con il prossimo turno è per il 4 dicembre.

Genoa-Imolese 4-1: gara agevole per i liguri, in gol nel primo tempo con Criscito (rigore), Ghiglione e Saponara; nella ripresa Alimi accorcia le distanze e, infine, Schone chiude i conti. Ai sedicesimi il Genoa incontrerà l’Ascoli.

Parma-Venezia 3-1: con una rete per tempo di Gervinho e l’acuto di Iacoponi, gli emiliani sconfiggono i veneti e si guadagnano i sedicesimi di finale da giocare contro il Frosinone. Il rigore di Aramu serve solo alle statistiche.

Perugia-Brescia 2-1 dts: eliminazione crudele per  i lombardi, passati a fine primo tempo con Donnarumma e raggiunti al 92° da Melchiorri. Durante il primo tempo supplementare Buonaiuto realizza il gol che regala ai suoi un interessante sedicesimo di finale in quel di Reggio Emilia contro il Sassuolo.

Fiorentina-Monza 3-1: la sfida tra due ex tecnici rossoneri Montella e Brocchi viene vinta dal primo al termine di una gara quasi dominata, ma che stava sfuggendo di mano per via di imprecisioni e sfortuna. Brighenti aveva portato avanti i brianzoli dopo la mezz’ora, ma dall’80° minuto in poi i viola riescono a concretizzare quanto prodotto ed a segnare con Chiesa e Vlahovic (doppietta per lui). Grazie a questo successo la Fiorentina affronterà il Cittadella nei sedicesimi.

Ascoli-Trapani 2-0: un’altra doppietta di Scamacca regala ai marchigiani il passaggio ai sedicesimi.

Cagliari-Chievo 2-1: Joao Pedro e Rog timbrano i gol che valgono l’accesso al prossimo turno, dove i sardi troveranno la Sampdoria. Inutile il gol di Pucciarelli.

Cittadella-Carpi 3-3 dts (4-3 dcr): il primo tempo finisce 1-1 grazie ai rigori di Diaw e Vano e la ripresa 2-1 per via delle firme di Celar e ancora di Vano. Nei supplementari i veneti restano in dieci per il rosso a Drudi e Vano ne approfitta subito siglando la sua personale tripletta, ma il Cittadella non molla: Celar fallisce il rigore del pari, ma Proia lo trova nel finale. Ai rigori c’è massima precisione fino a quando l’ex di turno Arrighini sbaglia e condanna gli emiliani all’eliminazione.

Empoli-Pescara 2-1: Tumminello porta subito in vantaggio gli abruzzesi, ripresi prima della mezz’ora da Dezi. La gara è combattuta e bisogna attendere i supplementari per veder prevalere una delle delle squadre: alla fine passano i toscani grazie a Moreo e nel prossimo turno dovranno vedersela contro la Cremonese.

Frosinone-Monopoli 5-1: Trotta (doppietta), Ciano, Citro e Brighenti travolgono i pugliesi, in gol con Ferrara nel finale, e mandano i ciociari avanti; ai sedicesimi sarà tempo di trasferta a Parma.

Udinese-Sudtirol 3-1: meno facile del previsto, la vittoria friulana è comunque abbastanza netta e porta le firme di Lasagna e Mandragora (sorprendente doppietta), che aprono le porte ai sedicesimi di finale contro il Bologna. Non serve a niente il momentaneo pareggio siglato da Morosini.

Verona-Cremonese 1-2: al 92° Castagnetti riacciuffa i veneti, passati ad inizio match con Empereur. Ai supplementari Deli risolve la contesa.

Lecce-Salernitana 4-0: Lapadula (2), Falco e Majer regalano ai salentini i sedicesimi contro la Spal.

Pisa-Bologna 0-3: Poli e una doppietta di Palacio mandano al turno successivo i felsinei.

Sassuolo-Spezia 1-0: i liguri vengono piegati da un gol di Traoré in apertura di match.

Spal-Feralpisalò 3-1: i lombardi vengono illusi da Maiorino, ma gli estensi rimediano presto con Di Francesco e Valoti (doppietta).

Crotone-Sampdoria 1-3: Molina apre le marcature in favore dei calabresi, ma Caprari e Quagliarella ribaltano la situazione a fine primo tempo. Nella ripresa Maroni entra e dopo un minuto chiude i giochi.

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 33 anni, quasi 34, e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureato in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana