Coppa del Mondo sci alpino: Mikaela Shiffrin domina la scena a Levi

Coppa del Mondo di sci alpino, Mikaela Shiffrin domina lo scenario di Levi (Finlandia). Suoi i due slalom che aprono la stagione. Parte la caccia dell’americana alla quinta sfera di cristallo.

Fortissimamente Mikaela Shiffrin: la nuova stagione di Coppa del Mondo di sci alpino femminile parte nel segno dell’americana. Detentrice della sfera di cristallo, la bionda di Vail ha dominato lo scenario a Levi (Finlandia), dove aveva già vinto quattro volte in precedenza dando così il via alla rincorsa al quinto titolo nella generale.

Mikaela ha fatto sue due gare di slalom, suo marchio di fabbrica che in carriera le ha fruttato sei coppe di specialità, un oro olimpico e quattro ori iridati. Nella gara del sabato, la Shiffrin ha percorso la pista finlandese in 1:51.25 avendo la meglio, per 16 centesimi, sulla svedese Swenn-Larsson. Nella seconda gara, disputata oggi, si è invece imposta con il tempo di 1:52.21 sulla svizzera Wendy Holdener (1:52.49), specialista della combinata, che in Coppa del Mondo ha ottenuto tre vittorie.

Si è accontentata per ben due volte del gradino più basso del podio Petra Vlovha, campionessa olimpica e detentrice della coppa di specialità. La ceca, atleta più accreditata a rivaleggiare con la Shiffrin per la vittoria finale, accusa in tal modo un ritardo di ottanta punti dall’atleta a stelle e striscie.

Tra le italiane, Anita Gulli è stata l’unica a qualificarsi alla seconda manche, e a conquistare i primi punti, è stata Anita Gulli, ventottesima nella gara disputata sabato e ventitreesima oggi. Tali risultati le consentono di avere otto punti in classifica, dato che nella prima gara, chiusa in 2:11.87, la Gulli ha superato di oltre l’8% l’1:51.25 ottenuto dalla Shiffrin.

Mikaela Shiffrin. Immagine dall’account Twitter dell’atleta (@MikaelaShiffin)

Shiffrin, che raggiunge quota settantasei successi in Coppa del Mondo, inaugura nel modo migliore la stagione. Appuntamento alla prossima settimana, con la tappa statunitense di Killington, che prevede un gigante e un altro slalom.