Clamoroso: Platini arrestato per caso corruzione nell’assegnazione dei Mondiali 2022 al Qatar

Brutte notizie per Platini, che è stato arrestato per corruzione durante l’indagine sul caso assegnazione dei Mondiali 2022 al Qatar 

Succede di tutto in Francia. Infatti, nelle scorse ore Michel Platini è stato arrestato dalla polizia del distretto di Nanterre a Parigi a causa dell’indagine sul caso legato all’assegnazione dei Mondiali 2022 al Qatar, risalente ormai al 2010 durante il mandato da presidente della Uefa. 

La polizia giudiziaria ha portato Platini nell’ufficio anti corruzione per rispondere alle accuse di aver ricevute da Joseph Blatter, all’epoca presidente della Fifa e deus ex machina di tutto questo scandalo, poi sostituito da Gianni Infantino, di pagamenti illecite per le consulenze svolte nel triennio che va dal 1999 al 2002, per un totale di 2 milioni di franchi svizzeri, e non saldate fino al 2011, per le quali l’ex presidente della Uefa fu condannato ad una squalifica di otto anni, poi ridotti a quattro, che scadranno nell’ottobre 2019, e che portarono alle sue dimissioni nel 2015 e all’elezione di Aleksander Ceferin. 

La Procura francese aveva avviato l’indagine relativa all’assegnazione dei Mondiali 2022 al Qatar nel 2016, grazie ad lacune denunce, accusando Platini di corruzione attiva e passiva di persona che non svolge funzione pubblica, prendendo di mira un pranzo, avvenuto un paio di settimane prima all’ufficialità della sede dell’edizione della competizione internazionale presso l’Eliseo, in cui erano presenti anche Nicolas Sarkozy, all’epoca presidente della Repubblica, Tamim bin Hamad al-Thani, attuale emiro qatariota, e Hamad bin Jassem, sceicco all’epoca primo ministro e ministro degli esteri della nazione asiatica. 

Michel Platini e Sepp Blatter

Ma non solo, perché durante il pranzo all’Eliseo erano presenti anche Sophie Dion, consigliere per lo sport del governo Sarkozy, e Claude Gueant, segretario generale, che poi sono stati anche loro convocati dall’ufficio anti corruzione della polizia giudiziaria di Parigi per testimoniare i fatti. 

D’altronde, la polizia aveva già ascoltato Platini come testimone a fine 2017 registrando il voto per il Qatar nel 2010 e la ventilata innocenza dell’allora presidente della Uefa, secondo cui aveva solo riferito la sua decisione a Blatter e Sarkozy in quella sede. 

La Fifa si è definitiva preoccupata per l’arresto di Platini, ma ha affermato di non conoscere i dettagli dell’indagine e di voler collaborare con la polizia francese per ripulire il calcio dalle sue fondamenta.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SNAI

5€ Bonus Scommesse alla Registrazione

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia