Clamoroso in Premier League: Liverpool qualificato in Champions League con 12 punti di vantaggio. Rischio revoca per il Manchester City

I reds, con una stagione fino ad ora travolgente e priva di ogni macchia di sconfitta, hanno già conquistato matematicamente il diritto di partecipare alla Champions League del prossimo anno con ben 12 giornate di anticipo. In casa City, di contro, si teme per la revoca del campionato vinto nel 2014.

 

E’ la squadra del momento, quella che in Inghilterra e in Europa, al momento sembra non avere rivali. Il Liverpool, con la vittoria di ieri sera sul Norwich nel posticipo di Premier League, ha allungato ulteriormente il suo vantaggio in campionato sul Manchester City, che ora è di ben 25 punti.

Gli uomini di Jurgen Klopp, grazie al blitz firmato Mane, hanno portato a 37 punti il divario che lo separa dalla quinta, lo Sheffield, ricevendo già a febbraio la certezza di poter disputare la Champions League 2020/2021.

Proprio lo Sheffield, in seguito alla sentenza che ha condannatto all’esclusione il Manchester City dalle competizioni europee per le prossime due stagioni, potrebbe, in virtù del quinto posto che occupa attualmente, accedere al posto dei Citizens alla fase a gironi della coppa dalle grandi orecchie.

 

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è liverpool-twitter-650x440.jpg
Fonte immagine: Twitter/Liverpool

 

Parlando del club allenato da Pep Guardiola, inoltre, dopo la clamorosa sentenza dell’Uefa arrivata venerdì, rischia di arrivare una ulteriore stangata. La Premier, infatti, potrebbe avviare una indagine indipendente per accertare le eventuali responsabilità che stanno alla base della missiva che ha escluso il City dalle coppe europee per le prossime due stagioni.

Se le conclusioni dovessero confermare quanto già sentenziato dall’Uefa, Aguero e compagni rischierebbero di vedersi revocata la Premier League vinta nel 2014.