Cittadella, la classifica sorride. Ma in trasferta urge un’inversione di tendenza

Il 2-0 rifilato al Bari nell’ultimo turno (il primo del 2017) ha confermato due trend recenti per il Cittadella. In primis, una classifica più che buona, visto che al momento i padovani sono quarti a quota 37 e a sole quattro lunghezze addirittura dal Verona capolista. Il secondo, però, fa tutt’altro che piacere: nelle ultime quattro gare in trasferta sono arrivati zero punti.

Benevento, Carpi, Cesena e Vicenza. Quattro sconfitte di fila, nessun gol segnato e ben otto incassati. Gli uomini di Venturato, lontano dai propri tifosi, non ottengono almeno un pareggio addirittura dallo scorso 24 ottobre, quando riuscirono a strappare un 1-1 sul campo dello Spezia. Urge un cambio immediato di registro: tra due giorni si va a Terni, può essere l’occasione ideale.

Già, perché i rossoverdi sono in crisi totale. Anche loro reduci da quattro KO consecutivi, ma in questo caso due in casa e due fuori. Difficile pensare di essere, a questo punto della stagione, più in basso dell’attuale penultimo posto in graduatoria con soli 20 punti (-4 dalla zona salvezza), considerato che il Trapani è pressoché spacciato a quota 16. Con queste premesse, la partita contro il Cittadella è chiara: chi perde rischia un pesante contraccolpo psicologico.