Champions League, Juventus: tutti i segreti del Porto

Prima in campionato, prima anche nel girone di Champions League: una Juventus da record, che ha mostrato di avere un grandissimo potenziale, ma anche di non riuscire sempre ad esprimerlo al meglio. Nei sorteggi per gli ottavi di finale, i bianconeri hanno sicuramente avuto fortuna, evitando squadre come Real Madrid e Bayern Monaco, ma il Porto potrebbe nascondere più insidie del previsto.

tutti i segreti del Porto

La stagione del Porto finora

Il Porto sta disputando una stagione ottima, anche se non perfetta. In campionato, è seconda in classifica, a 4 punti dal Benfica. Nel girone di Champions League, i portoghesi si sono piazzati in seconda posizione, a due punti dal Leicester di Ranieri, contro cui prima hanno perso per 0-1 in Inghilterra, ma che poi hanno demolito 5-0 in casa. Doppia vittoria, invece, contro il Club Brugge (che ha chiuso con 0 punti il girone) ma due pareggi contro l’ottima difesa del Copenhagen.

A cosa fare attenzione

Statistiche alla mano, l’organizzazione difensiva del Porto è senza dubbio uno dei maggiori punti di forza della squadra allenata da Nuno Espírito Santo. Miglior difesa del campionato, con solo 5 gol subiti in 13 partite, una media di 0,38 a gara, ovvero quasi tre volte meno della Juventus, che con 14 reti in 16 partite viaggia quasi a quota un gol subito a partita.

In attacco, invece, occorrerà prestare attenzione alla giovane stella André Silva. L’attaccante classe ’95 sta vivendo un’ottima stagione, con ben 11 gol segnati in 16 partite, una media reti maggiore a quella di Higuain.

I precedenti

La storia ci insegna che la Juventus ha sempre avuto fortuna contro il Porto. Dai tre precedenti incontri tra queste due squadre, i bianconeri non sono mai usciti sconfitti: la prima volta era il 1984, finale di Coppa delle Coppe, e i gol di Vignola e Boniek portarono al trionfo la Vecchia Signora.

Per le altre due gare, invece, dobbiamo andare indietro di un decennio e mezzo, stagione 2001/2002, fase a gironi di Champions League. All’andata, i portoghesi riescono a portare a casa un punto, con lo 0-0 finale; nel match di ritorno, invece, la Juventus ottiene la vittoria con un secco 3-1, che porta le firme di grandi campioni come Del Piero e Trezeguet.